7 marzo 2021
Aggiornato 02:30
Una buona notizia

Ritrovata la moto del pilota friulano Luca Tommasini

La Triumph Daytona 675 è un po' malandata, nel senso che è stata in parte smontata, ma ancora funzionante. Per questo ha deciso di organizzare una serata di 'crowfounding' al ristorante "Ai vecchi parrocchiani" di via Aquileia, martedì 5 settembre, per rimetterla in sesto

PAVIA DI UDINE - Una buona notizia per Luca Tommasini, il pilota friulano del team 666 Carbon. E' stata ritrovata la sua Triumph Daytona 675, rubata qualche giorno fa dalla sede del gruppo durante la chiusura estiva. Grande la gioia di Luca, che pur se costretto a saltare la prossima gara della Dunlop Cup al Mugello, conta di riuscire a rimettere in sesto la moto per l'appuntamento di Vallelunga. 

La Triumph Daytona 675 è un po' malandata, nel senso che è stata in parte smontata, ma ancora funzionante. Per questo Tommasini ha deciso di organizzare una serata di 'crowfounding' al ristorante "Ai vecchi parrocchiani" di via Aquileia, a Udine, martedì 5 settembre, per raccogliere un po' di soldi per acquistare i pezzi mancanti e rimettere così in sesto la moto. L'obiettivo, come detto, è partecipare all'ultima gara del Campionato a Vallelunga il 17 settembre.

La Triumph Daytona 675 è stata ritrovata dai carabinieri di Pavia di Udine in un boschetto vicino a una strada sterrata nei dintorni di Pavia di Udine. E' stata recuperata la moto, gli pneumatici, la tuta e altro materiale sottratto. I ladri non sono riusciti a smontarla completamente e probabilmente l'hanno abbandonata prima di terminare l'opera. Il ritrovamento è stato fatto per caso da un contadino della zona. Sono in corso le indagini dei carabinieri di Pavia per l'individuazione dei responsabili.