L’evento del 16 e 17 settembre

Festa della Mela a Tolmezzo, pronto il piano Sicurezza e il decalogo anti sanzioni

Durante la due giorni oltre agli agenti della Polizia Locale vigileranno anche dei responsabili incaricati dalla Pro Loco con compiti di controllo per il rispetto dei regolamenti

Festa della Mela a Tolmezzo, pronto il piano Sicurezza e il decalogo anti sanzioni (© Tolmezzo)

TOLMEZZO - È iniziato il percorso di avvicinamento alla 22^ edizione della Festa della Mela di Tolmezzo, in programma nel capoluogo carnico il fine settimana di sabato 16 e domenica 17 settembre. La kermesse promossa dalla Nuova Pro Loco Tolmezzo, in collaborazione con l’amministrazione comunale, l’UTI della Carnia, l’Ersa, azienda agricola Pomis, Regione Fvg, Camera di Commercio, Confcommercio e Vie del Centro si appresta a regalare due giornate ancora una volta ricchissime di proposte che spaziano a 360 gradi inserite nel calendario degli eventi di «Tolmezzo Città Alpina».

Il programma
Nei prossimi giorni verranno resi noti nel dettaglio il programma e le principali novità, ma prima di tutto il direttivo della Nuova Pro Loco, venerdì sera nel corso di un incontro molto partecipato tenutosi in Municipio, ha voluto promuovere una serata informativa dedicata ai principali attori dell’evento ovvero associazioni e gastronomie, con l’obiettivo di chiarire sotto il piano della sicurezza le normative introdotte a seguito delle circolari «Gabrielli», circolari alle quali dovrà sottostare lo stesso evento, al quarto posto per importanza a livello enogastronomico in Regione per affluenza e dimensioni.

Eventi sensibili
«La Festa della Mela rientra tra gli eventi considerati «sensibili» – ha spiegato il presidente della Nuova Pro Loco Roberto Zamolo, affiancato dal comandante della Polizia Locale dell’Uti della Carnia, Alessandro Tomat – in queste settimana, forti dell’esperienza di Pracastello Live e con l’ausilio del vice questore aggiunto Alessandro Miconi, abbiamo affrontato i vari punti critici, a partire dalla convivenza con il cantiere della quasi ultimata piazza XX Settembre, che per metà della sua estensione ritornerà ad accogliere gli stand, dopo lo stop obbligato dello scorso anno. Sono stati stabiliti poi la serie di varchi controllati per l’ingresso nelle aree della festa ed in particolare le zone definite di «sicurezza in accesso sensibile» come via Marchi. Tutti i dettami del piano – ha aggiunto Zamolo – verranno messi nero su bianco nell’ordinanza del sindaco che verrà pubblicata lunedì».

La due giorni
La serata informativa inoltre è servita per chiarire a commercianti, esercenti e gastronomie il divieto assoluto di mescita di bevande utilizzando bicchieri di vetro o lattine, il cui consumo è consentito solamente all’interno dei bar. Plastica d’obbligo dunque nei vari stand ed aree attrezzate esterne pena sanzioni da 50 a 300 euro. Ai vari partecipanti è stato poi fornito un puntuale decalogo sulla raccolta differenziata dei rifiuti, sulle conseguenti responsabilità per il loro smaltimento, sulle normative in fatto di sicurezza degli alimenti e di inquinamento. Durante la due giorni oltre agli agenti della Polizia Locale vigileranno anche dei responsabili incaricati dalla Pro Loco con compiti di controllo per il rispetto dei regolamenti.