20 agosto 2019
Aggiornato 16:30
a Nimis

Sarà messo in sicurezza il ponte sul torrente Montana

L'urgenza dei lavori è legata al fatto che quello è l'unico collegamento stradale con le frazioni in quota e che in esso transitano anche le tubature che portano l'acqua in quei centri
Sarà messo in sicurezza il ponte sul torrente Montana
Sarà messo in sicurezza il ponte sul torrente Montana

NIMIS - La Protezione civile del Friuli Venezia Giulia sosterrà con 200 mila euro l'intervento urgente di messa in sicurezza del ponte sul torrente Montana a Nimis. L'assessore regionale Paolo Panontin ha firmato il provvedimento con il quale autorizza il Comune udinese a procedere con la sistemazione del manufatto che collega le frazioni di Vallemontana e Monteprato a salvaguardia del transito, della pubblica incolumità e della fornitura di pubblico servizio legato all'acquedotto.

L'intervento si rende necessario per la vetustà del ponte che, nel corso del tempo e a seguito di eventi meteo significativi, ha messo in evidenza un principio di dissesto statico. L'urgenza dei lavori è legata al fatto che quello è l'unico collegamento stradale con le frazioni in quota del Comune di Nimis e che in esso transitano anche le tubature che portano l'acqua in quei centri. Le opere consisteranno principalmente nelle lavorazioni connesse alla messa in sicurezza del manufatto esistente o in quelle per la sua demolizione e successiva ricostruzione nonché per le opere provvisorie di mantenimento sia del transito che del servizio acquedottistico.

Il comune di Nimis è stato individuato quale ente attuatore per la realizzazione dei lavori. L'atto a firma di Panontin prevede che entro 8 mesi debba essere presentata alla Regione la relazione tecnica assieme agli atti di approvazione del progetto esecutivo mentre i lavori e il relativo collaudo dovranno essere conclusi entro il 30 giugno del 2019. Infine il termine per presentare la rendicontazione alla Protezione civile regionale è stata fissata al 31 ottobre del 2019.