8 dicembre 2019
Aggiornato 01:00
Il 16, 17, 22 e 23 settembre

Boschinfesta 2017: alla scoperta del patrimonio naturalistico della Bassa friulana

In programma un ricco calendario di proposte per valorizzare il patrimonio naturalistico del territorio. Tra le iniziative in programma, il 17 settembre la Cicloturistica nei boschi e il 22 settembre appuntamento con il climatologo e divulgatore scientifico Luca Mercalli
Boschinfesta 2017: alla scoperta del patrimonio naturalistico della Bassa friulana
Boschinfesta 2017: alla scoperta del patrimonio naturalistico della Bassa friulana

BASSA FRIULANA - Una grande foresta ricopriva anticamente la pianura tra il Livenza e l’Isonzo: di quella ‘Silva lupanica’, che Plinio il Vecchio descrisse già nel 1° secolo d.C, sono sopravvissuti circa 500 ettari di bosco, testimonianza di un monumento naturale che caratterizza ancora la Bassa friulana a ridosso della linea lagunare. I boschi planiziali si trovano oggi tra i territori di Carlino, Castions di Strada, Muzzana del Turgnano, Palazzolo dello Stella e Precenicco, cinque Comuni della Bassa friulana che, per promuovere la conoscenza di questo patrimonio naturalistico che vede nasce anche alcuni prodotti tipici, hanno dato vita con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e di Credit Agricole-Friuladria, alla manifestazione ‘Boschinfesta’.

Cuore verde
Giunta alla sua terza edizione, l’iniziativa, che si svolgerà in due week end – il 16 e il 17 e il 22 e il 23 settembre -, proporrà escursioni, laboratori, incontri, musica e degustazioni di prodotti tipici locali, in un viaggio alla scoperta delle peculiarità del ‘cuore verde’ della Bassa Friulana, creando al contempo un collegamento con Lignano Sabbiadoro per implementare l’offerta turistica in un entroterra tutto da scoprire, tra boschi, corsi d’acqua e prodotti tipici. «Sembra scontato quello che questi cinque Comuni stanno facendo – dichiara l’assessore regionale alle risorse agricole Cristiano Shaurli – eppure che facciano rete per costruire un progetto turistico che li coinvolga tutti è davvero meritevole di appoggio. I cittadini regionali e i turisti vogliono conoscere sempre di più questi circuiti che riguardano sia le ciclovie sia i percorsi enogastronomici che dalla costa salgono verso la Bassa Friulana. È per questo che la Regione ha appoggiato fin da subito l’iniziativa».

Cicloturistica
Tra gli appuntamenti più amati dai frequentatori, è confermata anche quest’anno la Cicloturistica (domenica 17 settembre, partecipazione gratuita), un percorso in bici adatto a tutti che, con partenza alle 9.30 da piazza del Porto di Precenicco, attraverserà sulla ‘boscovia’ i boschi planiziali di Palazzolo dello Stella e Muzzana del Turgnano, fino a Carlino dove si arriverà alle 12.15 e si potrà pranzare nei chioschi della fiera ‘Cjarlins in place’. Per i turisti e per chi vuole partire da Lignano, il ritrovo sarà alle 8.30 del mattino di fronte allo Stadio comunale, con una guida che accompagnerà i partecipanti (prevista anche al pomeriggio, con un suggestivo rientro in motonave da Marano Lagunare).

Luca Mercalli
Chi vuole approfondire le tematiche intorno al rapporto tra clima e ambiente, invece, non può perdere le iniziative di venerdì 22 settembre con il meteorologo, divulgatore scientifico e climatologo italiano Luca Mercalli: alle 14.30 parteciperà ad una passeggiata nei boschi, chiacchierando con Glauco Vicario, guida naturalistica e responsabile delle riserve naturali di Valle Canal Novo e Foci dello Stella (richiesta l’iscrizione contattando Vicario allo 335.6012924 oppure via mail: glauco.vicario@gmail.com); alle 17 invece, alla Casa del Marinaretto di Palazzolo dello Stella, Mercalli parlerà con Vicario dei boschi planiziali e dei cambiamenti climatici, in un incontro pubblico moderato dal giornalista Paolo Medeossi. Al termine dell’incontro, uno spettacolo di danza aerea sul fiume Stella, in piazza del Porto a Precenicco, chiuderà la giornata di divulgazione.

Valorizzazione del territorio
Il programma di ‘Boschinfesta’ proporrà inoltre un ventaglio di iniziative per valorizzare e far conoscere le caratteristiche e le eccellenze del territorio della Bassa friulana, naturalistiche e non solo. Sabato 16 settembre, alle 16 nella biblioteca di Carlino, la dottoressa Ennia Visentin terrà il laboratorio ‘Dalla natura al colore’, dedicato alle piante tintorie; lo stesso giorno, sempre a Carlino, ma alle 18.30, si potranno invece scoprire i sapori del territorio, gustando il ‘bisato in speo’ (anguilla allo spiedo) sotto la guida di Giorgio Dal Forno del Ristorante Ai Tre Canai di Marano Lagunare.

‘Tra boschi e acque’
Domenica 17 settembre, oltre alla cicloturistica, si potrà partecipare alle escursioni guidate ‘Tra boschi e acque’, sul fiume Zellina con il Battello Santa Maria e attraverso il bosco e la zona archeologica della Chiamana, a cura dello Studio Naturalistico ForEst (partenze da Carlino alle ore 10, alle 14 e alle 16). Venerdì 22 settembre, dopo gli appuntamenti con Luca Mercalli a Palazzolo dello Stella, le vie di Precenicco ospiteranno gli spettacoli di artisti di strada (dalle 18.30).

Laboratori di Damatrà e di Natura3
La conclusione sarà sabato 23, quando il cuore della manifestazione diventerà il bosco Boscat a Castions di Strada per un pomeriggio dedicato soprattutto alle nuove generazioni: dalle 16 inizieranno infatti i laboratori di Damatrà e di Natura3, pensati non solo per far capire ai bambini l'importanza naturalistica del luogo, ma anche per carpirne emozioni e vissuti.

Aeromodellismo
Nel pomeriggio di sabato 23 sono previste ai margini del Bosco Boscat anche alcune dimostrazioni di aeromodellismo grazie alle quali si potrà osservare un simulatore di volo radiocomandato. Spazio infine alla musica, alle 18.30 nell’azienda agricola Il Picchio che guarda proprio al Bosco Boscat di Castions di Strada, con il concerto di Rosa Mussin, in arte Rose, che con il suo gruppo presenterà il suo ultimo disco ‘Moving Spheres’. Prima e dopo il concerto sarà possibile degustare i vini dell’azienda agricola e alcuni prodotti del territorio, come i deliziosi formaggi della Latteria di Carlino.

Info: Facebook.