La premiazione ufficiale del 7 ottobre

XXIV edizione per ‘Latisana per il Nord-Est’

Il Premio Letterario ha ampliato in questa edizione la presenza ad una serie di eventi collaterali che anticipano la serata della premiazione creando, assieme alla manifestazione Settembre Doc, un contesto festoso e di attesa degli eventi clou dell’edizione. Turismo culturale e turismo slow sono i motti dell'attuale Amministrazione Comunale, che ha avviato una stretta sinergia tra gli assess

XXIV edizione per ‘Latisana per il Nord-Est’ (© Adobe Stock)

LATISANA - Con una giuria tecnica e una giuria territoriale rinnovate nella composizione, una diversa collocazione temporale e una serie di iniziative ed eventi collegati, in programma prima e dopo la premiazione ufficiale del 7 ottobre, ritorna anche quest’anno il Premio Letterario ‘Latisana per il Nord-Est’. Giunto alla XXIV edizione, il Premio istituito dal Comune di Latisana – presentato, lunedì 11 settembre, nella sede udinese della Regione FVG alla presenza dal vicepresidente Sergio Bolzonello, dal Sindaco di Latisana Daniele Galizio e dall’Assessore alla Cultura Daniela Lizzi - si configura come l’appuntamento più prestigioso e rappresentativo della produzione letteraria del Nord-Est. L’iniziativa è nata nel 1994 per dare un riconoscimento agli scrittori di Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige e, dal 2012, anche provenienti da Slovenia, Austria e Croazia e agli autori di opere di narrativa ambientate in queste aree geografiche con l’intento di implementare la conoscenza tra i popoli della Mitteleuropa.

La giuria
L’imminente XXIV edizione inserisce una serie di importanti novità a partire da un turn-over nella giuria tecnica degli esperti chiamati a giudicare le opere, che provengono da Trieste, Udine e Venezia e rappresentano autorevolissime voci del mondo culturale nel Triveneto. Nuova Presidente di giuria è Cristina Benussi, professore ordinario di Letteratura italiana contemporanea, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trieste, Angelo Floramo, docente di Lingua e Letteratura Italiana, direttore e consulente scientifico della Biblioteca Guarneriana di San Daniele; Alessandro Marzo Magno, autore di libri di divulgazione storica pubblicati con il Saggiatore e Garzanti; Antonella Sbuelz, dottorato di ricerca a Losanna in letteratura italiana; lo scrittore e giornalista Pietro Spirito, e Luigi Zannini, programmista-regista e conduttore della sede RAI del FVG. Sono 21 i componenti della nuova Giuria popolare del territorio provenienti da San Michele al Tagliamento, Ronchis, Rivignano Teor, Pocenia, San Giorgio di Nogaro, Cervignano del Friuli e Latisana. Presidente di Giuria Massimo De Bortoli. Alle giurie il compito di visionare quest’anno oltre quaranta opere: le categorie del Premio da questa edizione sono state modificate, e insieme alla narrativa si è introdotto un Premio per la categoria dei giovani esordienti. Tra le novità più significative anche la nuova collocazione temporale di consegna del Premio, da quest’anno spostata agli inizi di ottobre.

La vincitrice della sezione Narrativa
La giuria tecnica ha decretato vincitrice della sezione Narrativa della 24° edizione del Premio Latisana per il Nord-Est la scrittrice Isabella Panfido con Lagunario (ed. Santi Quaranta, 2016), una ‘guida sentimentale’, una vera e propria dichiarazione d’amore alle isole e alle acque ‘sacre, inviolabili’ della Laguna veneziana Il libro vincitore, annunciato dalla Presidente Cristina Benussi, è stato scelto all’interno di una rosa di finalisti composta da Io cammino da sola di Alessandra Beltrame (Ediciclo), Stanca morta di Elena De Vecchi (Robin Edizioni), Del dirsi addio di Marcello Fois (Einaudi) e Sassi vivi di Anna Rottensteiner (Keller). Vincitore del premio Giovani Autori è Giacomo Mazzariol con Mio fratello rincorre i dinosauri (ed. Einaudi, 2016), un romanzo di formazione in cui l’autore non ha avuto bisogno di inventare nulla: la storia vera dell’autore, che oggi ha 19 anni, e di suo fratello Giovanni, che è nato con un cromosoma in più…

Premi
La giuria popolare ha invece voluto premiare l’ultimo lavoro dello scrittore Mauro Covacich che con La città interiore (ed. La Nave di Teseo 2016) torna nella sua Trieste con un libro dal ritmo incalzante, un avventuroso romanzo della propria formazione. La giuria tecnica, anche per dare seguito all’azione di scouting e valorizzazione di nuovi autori che connota il Premio Latisana, esclude dalle sue valutazioni uno scrittore che abbia già vinto in passato: l’ultimo libro di Covacich – autore già Premio Latisana nel 2005 con Fiona - ha potuto però essere inserito nella selezione della giuria popolare, che per la rosa finalista aveva individuato anche Paesaggi contaminati di Martin Pollak (Keller) e Essenza di tabacco e robinie di Paola Zoffi (Gaspari).

La cerimonia di premiazione si svolgerà al Teatro Odeon di Latisana
Sabato 7 ottobre dalle 20.30. La serata sarà presentata e condotta dalla giornalista della sede Rai del Friuli Venezia Giulia Gioia Meloni mentre l’attrice e regista Giuliana Musso leggerà pagine dalle opere premiate. Grande novità di questa edizione è il ‘bookshow’ che sugellerà l’edizione venerdì 13 ottobre, sempre alle ore 20.30 al Teatro Odeon. Si tratta di un reading letterario sulle pagine delle opere che hanno partecipato quest’anno al Premio, un reading di incipit che sarà anche l’occasione per un ‘gioco letterario’ con il pubblico in sala. L'attore Massimo Somaglino leggerà gli incipit delle opere che hanno partecipato a questa edizione e il pubblico presente in sala potrà votare l'incipit più bello e accattivante. La serata sarà condotta da Andro Merkù, giornalista e comico di larga fama, noto soprattutto per i suoi audaci scherzi telefonici, che è alla sua quinta stagione a ‘La Zanzara’ su Radio24, l'emittente del Sole24Ore. Ad affiancare Merkù nella conduzione della serata il giornalista Pietro Spirito, componente della giuria tecnica, e il presidente della giuria territoriale Massimo De Bortoli.

Eventi collaterali
Il Premio Letterario ha ampliato in questa edizione la presenza ad una serie di eventi collaterali che anticipano la serata della premiazione creando, assieme alla manifestazione Settembre Doc, un contesto festoso e di attesa degli eventi clou dell’edizione. Turismo culturale e turismo slow sono i motti dell'attuale Amministrazione Comunale, che ha avviato una stretta sinergia tra gli assessorati alla cultura e al turismo-attività produttive. Si è quindi voluto quest’anno unire in un'unica sfera progettuale i due eventi, da qui il progetto ‘Latisana: gusto, arti e letteratura’. Al programma del Settembre Doc si sono quindi aggiunti una serie di eventi letterari, specificatamente legati al Premio con presentazioni editoriali, a cura dell'Editore friulano l'Orto della Cultura. Primo appuntamento venerdì 15 settembre alle 18.30 all’Arena del Parco Gaspari con la presentazione del libro Perla di Salvatore D'Antona. Sabato 16 settembre alle 11.30 alla Pasticceria Sorarù sarà la volta della presentazione del libro L'orto nel bicchiere di Mario Frausin. Domenica 17 settembre alle 9, ancora alla Pasticceria Sorarù, presentazione del libro Insieme biscottando di Germano Pontoni. La seconda parte del progetto coinvolge in prima persona gli studenti delle scuole del territorio con l’iniziativa Biblioteca dei libri viventi., un format di promozione della lettura, ideato e curato dalla cooperativa Damatrà di Udine. Mercoledì 20 settembre, dalle ore 10 alle 12, in via Vittorio Veneto un gruppo di ragazzi del liceo cittadino diventeranno dei ‘libri viventi’ a disposizione dei loro coetanei e di tutti i potenziali lettori che saranno di passaggio in occasione del mercato settimanale cittadino per raccontare e raccontarsi.