Per lui la prognosi è di 12 giorni

Un vecchio debito 'scalda gli animi': 'spunta' un bastone e un uomo finisce all'ospedale

A essere coinvolti due gruppi di operai intenti a smontare gli stand di Friuli Doc. Tre trentenni, cittadini kosovari, tutti residenti nella provincia du Udine, hanno iniziato una discussione con due italiani, un 38enne di Udine e un 46enne di San Daniele, poi dalle parole si è passati ai fatti, e sono intervenuti i carabinieri

Un vecchio debito 'scalda' gli animi: esce un bastone e un uomo finisce all'ospedale (© Diario di Udine)

UDINE - In due lo tenevano fermo, il terzo lo colpiva. Questa è la ricostruzione fatta dai carabinieri del nucleo radiomobile di Udine intervenuti dopo aver ricevuto una chiamata che richiedeva il loro intervento. 

Tutto è avvenuto fra gli stand di Friuli Doc, nella mattinata dell’11 settembre
A essere coinvolti due gruppi di operai intenti a smontare gli stand della manifestazione che si è conclusa la sera precedente. Tre trentenni, cittadini kosovari, tutti residenti nella provincia du Udine, hanno iniziato una discussione con due italiani - un 38enne di Udine e un 46enne di San Daniele -. In ballo c’erano dei soldi. Un debito che si aggirerebbe attorno ai 10 mila euro. Denaro che i due italiani devono da tempo ai kosovari per alcune prestazioni lavorative.

L'intervento dei carabinieri
La discussione si fa animata. Poi, dalle parole si arriva ai fatti. Uno dei kosovari avrebbe colpito al capo con un bastone un italiano, mentre gli altri due connazionali lo trattenevano. L’altro italiano intanto ha chiamato i carabinieri, chiedendo loro di intervenire. Sul posto sono quindi arrivati gli uomini dell’Arma di Udine che hanno identificato i tre cittadini stranieri e li hanno denunciati, in stato di libertà, per lesioni personali aggravate in concorso. L’uomo ferito è invece stato soccorso dai sanitari del 118 che lo hanno trasportato al Santa Maria della Misericordia. Per lui la prognosi è di 12 giorni.