Musica

Gran finale per «Risuonanze 2017»

Il 16 settembre, alle 20.45, a Villa Miotti de Braida, Tricesimo, si esibirà il trombonista udinese Rocco Resigno giovane talento udinese, che vive e lavora all’estero

Gran finale per «Risuonanze 2017» (© «Risuonanze 2017» Ufficio Stampa)

TRICESIMO - Gran finale per «Risuonanze 2017 – incontri di nuove musiche», una rassegna musicale, promossa dall’associazione culturale Tke, il cui obiettivo è documentare il presente della musica contemporanea in tutte le sue sfaccettature. I numeri dell’edizione 2017 sono da record. Cinquantuno compositori internazionali, 40 opere in prima esecuzione assoluta, 9 in prima esecuzione in Italia e due in prima esecuzione nella loro nuova versione, 480 brani provenienti da tutti i cinque continenti, selezionati nell’ambito della «Call for Scores Risuonanze 2017», 5 concerti (Trieste, Pasian di Prato, Udine e Tricesimo) e centinaia di persone coinvolte. Il programma si chiuderà sabato 16 settembre, alle 20.45, a Villa Miotti de Braida, Tricesimo, con il concerto di Rocco Resigno. «Si tratta – spiegano i responsabili artistici Paolo Longo, compositore e direttore d’orchestra, e Stefano Procaccioli, compositore e docente - dell’ultimo concerto di Risuonanze 2017, che costituisce una specie di appendice ai concerti organizzati, lo scorso mese di giugno, a Trieste, Pasian di Prato e Udine».

Il concerto nel dettaglio
Il concerto sarà tenuto dal trombonista Rocco Rescigno, giovane talento udinese, che vive e lavora all’estero. Saranno presentati 9 brani, di cui 8 in prima esecuzione assoluta e uno in prima italiana. I compositori sono di cinque nazionalità diverse e toccano tre continenti (Asia, Europa e America): sono gli italiani Fabrizio De Rossi Re, Carla Magnan, Alessio Manega, Simone Movio (un altro friulano emigrato all’estero) e Gabrio Taglietti, la compositrice ucraina Ludmila Yurina, l’austriaco Martin Lichtfuss, l’iraniano Kaveh Azimi e lo statunitense Morgan Greenwood. «Quattro brani (quasi la metà del programma) – aggiunge Longo - sono stati selezionati nelle Call for Scores internazionali degli anni scorsi. Abbiamo appena lanciato la Call for Scores Risuonanze 2018, rivolta a compositori di tutto il mondo, senza limiti di nazionalità o di età. I brani andranno a costituire parte integrante del repertorio che presenteremo nella rassegna dell’anno prossimo». Tutti i dati riguardanti possono essere rintracciati sul sito www.risuonanze.it. Al termine del concerto ci sarà un momento conviviale organizzato dall’associazione culturale «Progetto Quattro Stagioni». L’edizione 2017 della rassegna è patrocinata dalla Camera dei Deputati, della Provincia di Udine, dei Comuni di Tricesimo e Pasian di Prato, dalla Federazione Cemat, dalla Simc-Società italiana di musica contemporanea e dal Club UNESCO Udine e gode delle media partnership con Radio Capodistria, TV Koper Capodistria e RadioCEMAT, che, nella loro programmazione, daranno ampio spazio ai concerti inseriti nella rassegna.