30 marzo 2020
Aggiornato 00:00
La missione

L’arredo Fvg alla conquista del Nord Europa

Il Cluster friulano in Svezia e Norvegia con i prodotti Crassevig, Frag, Moroso, Pratic. «Queste nuove forme di collaborazione funzionano», assicura Carlo Piemonte
L’arredo Fvg alla conquista del Nord Europa
L’arredo Fvg alla conquista del Nord Europa

UDINE - Prima in Svezia, per ricambiare la recente visita del Cluster svedese nell’area produttiva dell’arredo regionale, poi in Norvegia, al frizzante evento 'Designer Saturday', con una rete di imprese pronte a puntare al nord Europa. L’arredo made in Fvg continua, con il cappello del Cluster Arredo e Sistema Casa, la sua scalata verso mercati sempre nuovi e interessanti, in Paesi che sempre più dimostrano di apprezzare il saper fare della nostra regione, in primis la sapiente lavorazione del legno. Proprio la 'patria dell’Ikea' aveva preso spunto dal Friuli Venezia Giulia per approfondire le dinamiche del settore, vistando pochi mesi fa alcune aziende della sedia.
Lo scambio di buone prassi tra il Mobile svedese e il Legno-Arredo friulano è ora proseguito con la visita del direttore italiano, Carlo Piemonte al Centro del tessile svedese e di alcune aziende automatizzate, ospite de direttore dell’Interior Cluster Sweden AB, Anders Wisth. «Siamo lieti che il Cluster italiano e svedese abbiano avviato una collaborazione - commenta il manager svedese -, auspichiamo a breve l’avvio di una partnership commerciale tra i due Paesi».

Si mette il mostra il made in Italy
«Si è ragionato su collaborazioni futuri – prosegue Piemonte - come la partecipazione alla fiera della subfornitura 'Elmia' e a progetti europei, con l’obiettivo di espandere i nostri mercati a livello globale». Dopo essere stato oggetto di studio della Svezia, il Cluster Arredo e Sistema Casa prosegue a dimostrare interesse al Nord Europa partecipando, per la prima volta, a un evento in cui tutta la città di Oslo respira design e tendenze di arredo. Quattro le aziende, Crassevig, Frag, Moroso, Pratic, presenti in forma aggregata con la rete Italian for Contract a vivere l’esperienza norvegese. «Una presenza, quella della rete IFC, che esprime la capacità e la cultura del made in Italy – afferma ancora Carlo Piemonte -. Si va dalle sedute in pelle a quelle in legno di design, fino alle pergole. IFC si conferma una rete capace di offrire qualità e di catalizzare l’attenzione di giornalisti di settore, architetti e designer, che numerosi stanno passando a visitare il nostro spazio disegnato dallo studio Viola». 

Funzionano i progetti di aggregazione
«Abbiamo deciso di partecipare in Norvegia perché è un Paese che sta investendo molto – commenta Francesco Crassevig -. Con cantieri attivi e nuovi uffici ci sarà spazio per i produttori di arredamento e intendiamo consolidare la nostra posizione su questo mercato». Anche per Federica di Fonzo della Frag il mercato norvegese è interessante «perché punta su design e linee pulite. Crediamo molto nel progetto Cluster, visti anche gli esiti: affluenza positiva e qualità alta». La rete Italia for Contract coordinata dal Cluster Arredo si è già proposta, negli ultimi tempi, a mercati internazionali e ogni volta il comparto regionale ne è tornato vincente. «Queste nuove forme di collaborazione funzionano – chiude il direttore del Cluster Arredo – e confermano quanto i progetti di aggregazione siano uno strumento efficace per presentare e consolidare all'estero le aziende del sistema casa regionale».