19 giugno 2021
Aggiornato 11:30
in trasferta

Verso Roma-Udinese, Delneri: «Io in discussione? Sereno per il lavoro fatto»

Il mister friulano presenta la trasferta di domani allo Stadio Olimpico: «Noi dobbiamo partire positivi e guardare al gioco espresso nel secondo tempo contro il Torino. Noi andremo a fare la nostra partita: nel calcio si gioca sempre 11 contro 11 quindi di certo non partiremo battuti»

UDINE - «L'allenatore è sempre in discussione, dipende dai risultati. Ma sono sereno per il lavoro fatto». Il tecnico dell'Udinese, Luigi Delneri, mette subito in chiaro le cose. La preoccupazione per una panchina traballante - dopo 4 sconfitte in 5 gare - non c'è. Domani alla squadra tocca una trasferta importante in casa della Roma: l'unica cosa da fare è giocare con attenzione. «Dobbiamo migliorare quelle che sono le nostre difficoltà - ha aggiunto - Certo per il ruolo di un allenatore contano più i risultati del gioco ed è l'allenatore che risponde dei risultati negativi».

Partenza alla pari
 L’Udinese non vince in casa della Roma in Serie A dal 28 ottobre del 2012: la gara si concluse 2-3, grazie alla rete di Domizzi e alla doppietta di Di Natale, che resero vana la doppietta realizzata da Lamela. Ora bisogna mettere insieme spirito e concretezza. «Noi dobbiamo partire positivi e guardare al gioco espresso nel secondo tempo contro il Torino. Aver battuto 12 calci d’angolo contro 1 solo significa che la squadra è incanalata nel modo giusto verso la ripresa –spiega il mister - Troveremo una squadra, la Roma, che ha già l’assetto giusto e che ha dei sostituti importanti. Noi andremo a fare la nostra partita: nel calcio si gioca sempre 11 contro 11 quindi di certo non partiremo battuti. Sarà importante come sempre se saremo capaci di giocare da squadra, per il gruppo».

Chi c'è e chi non c'è
Chi scenderà in campo? Delneri potrebbe puntare ancora su Maxi López, che ha trovato il gol in tutte le ultime tre gare di campionato giocate contro la Roma. Di certo non ci sarà Danilo. «È stato male ben prima della fine del primo tempo, ma ha tenuto botta fino al riposo. Ha subito uno stiramento rivelatosi già nella prima ecografia. È con le stampelle pertanto ne avrà per un po’». Al suo posto giocherà Angella. «Ha sempre fatto bene pertanto sarà certamente stimolato nel sostituirlo, d’altra parte è uno che ha sempre fatto campionati importanti di conseguenza saprà sostituire validamente il capitano così come ha già fatto nel secondo tempo della partita contro il Torino». L’errore sul primo gol contro gli uomini di Mihajlovic potrebbe aver messo in dubbio il posto da titolare di Scuffet... «Vedremo. Siamo tutti consapevoli che è una cosa che può capitare, l’importante è che sia un errore che lo faccia migliorare per il suo futuro». In generale pare che la difficoltà maggiore sia mantenere sempre alta la concentrazione. «Perché la squadra è giovane e qualche errore è capitato, fa parte del passaggio strutturale di conoscenza l’uno dell’altro e di crescita personale» conclude Delneri.