15 dicembre 2018
Aggiornato 10:01

Esperienze del Territorio: nei luoghi della poetessa Cantarutti

Una domenica nei luoghi che hanno ispirato la poetessa friulana Novella Cantarutti, fra le colline di Meduno e borghi ricchi di storia, ma anche nel regno di sapori tipici del territorio come la storia pitina
Esperienze del Territorio: nei luoghi della poestessa Cantarutti
Esperienze del Territorio: nei luoghi della poestessa Cantarutti (Centro Iniziative Culturali Pordenone)

PORDENONE – Una domenica nei luoghi che hanno ispirato la poetessa friulana Novella Cantarutti, fra le colline di Meduno e borghi ricchi di storia, ma anche nel regno di sapori tipici del territorio come la storia pitina: è quanto propone, domenica 24 settembre, la nuova escursione ideata dal Centro Culturale Casa Zanussi, per il coordinamento della presidente Cicp Maria Francesca Vassallo, nell’ambito del ciclo 'Percorsi ed esperienze nel territorio' promosso in sinergia con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Turismo Fvg quale iniziativa di rilevanza turistica. Il ritrovo è come sempre previsto alle 9 al Centro Culturale Casa Zanussi di Pordenone in via Concordia 7.

Le visite
Spazio in mattinata alle prime due visite a Meduno con Filippo Bier e il sapore di pitina, quindi a Navarons, a Casa Andreuzzi, tra I moti friulani e la poesia di Novella Cantarutti. La Macelleria Bier risale al 1875 e oggi si propone di tramandare le antiche tradizioni dei prodotti locali alla 'nuova Europa', con la pitina della Valtramontina nelle sue molteplici ricette. Le Valli Pordenonesi, più precisamente Val Tramontina, Valcellina, Val Colvera, caratterizzate da un particolare microclima, seguendo in modo fedele modalità di preparazione della pitina, prodotto dop che deriva da cultura e tradizioni locali secolari. La famiglia Andreuzzi capeggiò i moti patriottici insurrezionisti contro gli austriaci nel 1864. La cellula ecomuseale 'Casa Andreuzzi' di Meduno nasce con l'intento di tramandare la memoria dei Moti Friulani e raccoglie le testimonianze dei rapporti intercorsi tra il patriota Antonio Andreuzzi, suo figlio Silvio ed i grandi personaggi della storia risorgimentale italiana come Mazzini e Garibaldi. Novella Cantarutti, scomparsa nel 2009, ha trascorso l’infanzia e l’adolescenza a Navarons, in Val Meduna. Appartiene alla generazione di letterati che, alla fine della seconda guerra mondiale, si dedicò all’uso della propria lingua, in poesia e in prosa, e allo studio della vita tradizionale friulana, nella varietà e nella complessità dei suoi campi, dell’oralità del costume, alle consuetudini. Nella sua scrittura usa la varietà del friulano occidentale che si parla a Navarons, in val Meduna, patria della sua famiglia. L’escursione prosegue con la degustazione a cura della ProLoco di Meduno nell’ambito dei festeggiamenti della tradizionale Festa della Madonna e infine con la visita da Andreino Ferroli per scoprire la maestria artigiana e la collezione di attrezzi dedicati allo scalpellino. Luigi del Bianco, originario di Meduno, è stato uno dei più apprezzati artefici dell'imponente monumento che si staglia sul Monte Rushmore, nella catena delle Black Hills, in Sud Dakota. Dal 1933 al 1941, anno di inaugurazione del 'Mount Rushmore National Memorial', Del Bianco lavorò quasi ininterrottamente all'opera d'arte, aggiudicandosi la stima di tutti, che lo ritenevano «...uno degli uomini più competenti che abbiano mai lavorato alla montagna».

Informazioni e prenotazioni
Organizzazione tecnica Antonietti Viaggi di Robintur Pordenone. Per informazioni: tel 0434 365387 - info@centroculturapordenone.it