23 giugno 2021
Aggiornato 19:30
dopo la sconfitta

Udinese, settimana da incubo. Delneri: «Il destino di un tecnico è legato ai risultati»

Cinque sconfitte in sei gare. Tre punti in classifica. Tredici gol subiti e otto segnati. Impensabile una partenza del genere. Il tecnico: «Sui tre gol della Roma, due li abbiamo regalati. Non siamo stati abbastanza cattivi e contro una squadra così forte non te lo puoi permettere»

UDINE – Si è chiusa nei peggiori dei modi la settimana dell’Udinese. Dopo il Milan e il Torino anche la gara dell’Olimpico è stata decisa da una serie di errori dei bianconeri. «Non mi ha convinto la cattiveria della mia squadra. Sui tre gol della Roma, due li abbiamo regalati. Non siamo stati abbastanza cattivi e contro una squadra così forte non te lo puoi permettere. Dobbiamo migliorare nell’attenzione e nella concentrazione» Luigi Delneri inquadra il 3-1, la quinta sconfitta in sei gare. «Questa fa male, non per i punti persi ma per il modo in cui è arrivata. Siamo propositivi ed è bello questo, ma non basta nel calcio». Tre punti in classifica. Tredici gol subiti e otto segnati. Impensabile una partenza del genere. Delneri fino a ieri si diceva sereno… «L’ambiente è compatto, vado d’accordo con la società con cui ho un rapporto solido – conclude - Ma so che il destino di un allenatore è legato ai risultati».