Dal 29 settembre al 1 ottobre

2° weekend di gare per il Concorso Ippico Internazionale a Palmanova

Il Sindaco di Palmanova, Francesco Martines: “Siamo orgogliosi di avere in città il Comando del Genova Cavalleria e di dare a loro, alla Brigata Pozzuolo e alla città la giusta visibilità, anche grazie a questo grande evento. Collegare la storia, con lo sport, l’istruzione e la formazione, permette di far conoscere ai giovani il nostro passato dando loro i giusti stimoli per costruire

2° weekend di gare per il Concorso Ippico Internazionale a Palmanova (© AdobeStock | Sportlibrary)

PALMANOVA - Dal 29 settembre al 1 ottobre, Palmanova diventerà, per il secondo weekend, teatro del Concorso Ippico internazionale nato per celebrare i 100 anni della Brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli (1917-2017). Parteciperanno più di 125 cavalli e cavallieri iscritti da Italia, Svizzera, Austria, Polonia e Slovenia. Tra i partecipanti un’atleta olimpico. Tra le varie gare in programma la finale regionale triveneto e la finale Alpeadria.

Venerdì 29 settembre
Dalle 9 dressage al campo ostacoli Ettore Lajolo. Sabato, sempre dalla stessa ora, cross country sui Bastioni tra Porta Udine e Porta Aquileia. Ultimo giorno della manifestazione, domenica 1 ottobre la gara di salto ad ostacoli, sempre al campo Ettore Lajolo. Al termine delle gare, le premiazioni. Durante tutto il finesettimana sarà allestito il Villaggio Esercito, dove poter ammirare e conoscere i risultati, i mezzi e le attrezzature dell’Esercito Italiano. Il Sindaco di Palmanova, Francesco Martines: «Siamo orgogliosi di avere in città il Comando del Genova Cavalleria e di dare a loro, alla Brigata Pozzuolo e alla città la giusta visibilità, anche grazie a questo grande evento. Collegare la storia, con lo sport, l’istruzione e la formazione, permette di far conoscere ai giovani il nostro passato dando loro i giusti stimoli per costruire il futuro».
 
Sabato 30 settembre
Nell’ambito dello stesso evento è infatti previsto per sabato 30 settembre, dalle 10.30 alle 12 al Teatro G. Modena un convegno, rivolto alle scuole, dal titolo «L’Esercito Italiano dopo Caporetto: a cento anni dalla carica di Pozzuolo» alla presenza del Prof. Paolo Gaspari e del Col. Cristiano De Chigi, Capo Ufficio storico dello SME. Grazie alla collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale, la partecipazione al convegno assegnerà crediti formativi ai 200 studenti attesi, provenienti da diverse scuole della bassa friulana. L’evento è organizzato dall’Esercito Italiano, dall’Associazione Nazionale Arma dei Carabinieri, in collaborazione con FEI, CONI, FISE oltre a Regione Friuli Venezia Giulia, Comune di Palmanova e di Pozzuolo del Friuli.