Serie A2

Esordio amaro per la Gsa, battuta da Bologna

Vittoria meritata per gli emiliani che sono rimasti in vantaggio per tutto il match, sospinti dalle grandi prestazioni degli americani McCamey (una sorpresa) e Legion, oltre che da un Cinciarini in gran forma. Finisce 76 a 71 per gli ospiti

Esordio amaro per la Gsa, battuta da Bologna (© Diario di Udine)

UDINE - Esordio amaro per la Gsa Udine che, in un Carnera popolato come ai bei tempi, subisce la prima sconfitta del campionato ad opera di una determinata Fortitudo Bologna. Vittoria meritata per gli emiliani che sono rimasti in vantaggio per tutto il match, sospinti dalle grandi prestazioni degli americani McCamey (una sorpresa) e Legion, oltre che da un Cinciarini in gran forma. Udine ha avuto tanto dai suoi due stranieri, in particolare da un mai domo Veideman (26 punti e 7 rimbalzi), ma ha difettato nel tiro da tre punti, in cui ha collezionato un misero 3 su 20 ed ha avuto più di qualche suo elemento sotto tono per portare a casa la posta in palio. Rivedibili, a partire dalla prossima gara di Mantova, un impreciso Pinton  (0 su 5 al tiro) ed un 'molle' Benevelli (0 su 3 al tiro), mentre non ha potuto dare il suo apporto Nobile rimasto in panchina a causa dei malanni alla schiena.

Lardo manda all’inizio in campo il suo quintetto tipo con Veideman, Dykes, Raspino, Benevelli e Pellegrino. La partita inizia sul filo dell’equilibrio con il pivot Pellegrino con 4 punti, da una parte, ed il playmaker McCamey con 6 punti, dall’altra, sugli scudi. Lardo richiama in panchina proprio Pellegrino dopo un battibecco in aria bolognese con Cinciarini per Mortellaro sul punteggio di 10 a 12. Gli ospiti ne aprofittano per piazzaere un break di 12 a 2 con Legion e Montanari che segnano due triple. Il tempetto finisce 22 a 12 per la Fortitudo con la netta impressione di una Gsa non ancora pienamente entrata in partita.

Nella seconda frazione Udine sembra decisa a ricucire lo svontaggio con Veideman molto più ispirato in attacco e con un Diop, subentrato a Dykes, decisivo in difesa (5 rimbalzi ed 1 palla recuperata nei 6’ in campo). Raspino e il rientrato Pellegrino portano a Udine fino a –1 (35-36), ma sul più bello i bianconeri pasticciano in un paio di azioni e Bologna, senza ringraziare, piazza una bomba con McCamey ed una schiacciata con Mancinelli che valgono il 35-41 della pausa.

La terza frazione vede un Dykes spettacolare segnare 10 punti nel tentativo di rimonta della Gsa. Memorabile un’azione del folletto di New Orleans: sulla rimessa laterale, il giocatore fa rimbalzare la palla su un difensore bolognese per poi recuperare la sfera e depositarla comodamente a canestro. Alla rimonta partecipa anche Veideman che segna il canestro del –2 (45-47), peccato che poi ai bianconeri manchi la «cazzimma» necessaria per portarsi in vantaggio. 5 punti di un preciso McCamey ed una scivolata al canestro di Mancinelli valgono, invece, la nuova fuga degli ospiti che chiudono la frazione sul +12 (52-60).

Gli ultimi minuti vedono inizialmente Bologna amministrare agevolmente il vantaggio che arriva fino a +14 (56-70), ma un successivo rilassamento degli ospiti e la grande vis pugnandi di Veideman, consentono a Udine di tornare in gara nelle ultime battute del match. Una tripla del playmaker estone riporta l’Apu a –3 (69-72) a 27» dal termine. Sulla rimessa dal fondo bolognese, Udine decide di non fare fallo immediato e subisce, invece, lo slalom di Legion che, sotto il canestro udinese, subisce il fallo di Diop e converte i tiri liberi della vittoria.
 

GSA UDINE – CONSULTINVEST BOLOGNA 71-76 (12-22; 35-41; 52-60)
GSA UDINE: Dykes 18, Mortellaro 5, Veideman 26, Monticelli n.e., Raspino 6, Nobile n.e., Pinton, Ferrari 2, Chiti n.e., Pellegrino 10, Benevelli, Diop 4. All. Lardo
CONSULTINVEST BOLOGNA: Boniciolli n.e., Cinciarini 17, Mancinelli 6, Pederzoli n.e., Legion 20, Montanari 3, Murabito n.e., Chillo 6, Pini 7, Italiano, McCamey 15, Bryan 2. All. Boniciolli.