7a di campionato

Udinese-Sampdoria 4-0: tre volte dal dischetto, la gioia è Maxi!

La squadra di Delneri chiude la striscia di tre sconfitte consecutive e si porta a 6 punti in classifica. Doppietta per l'attaccante argentino. Allo scadere l'arbitro Fabbri concede il terzo rigore ai bianconeri: a segno Fofana

Il rigore di De Paul (© ANSA)

UDINE – Sei giorni di ritiro, testa bassa e lavorare. Una cura semplice, ma efficace. Serviva una vittoria a scacciare i fantasmi, a ritrovare l’umore. E così è stato. L’Udinese batte 4-0 la Sampdoria e porta a casa tre punti grazie alle reti di De Paul, Maxi Lopez (doppietta) e Fofana. Vittoria cercata, condita da ben tre rigori. I doriani, che devono dire grazie a Barreto (espulso al 40’ del primo tempo) e un fin troppo distratto Puggioni, tornano a Genova con la prima sconfitta in campionato. Attenta e concreta, aiutata anche dalla superiorità numerica, l'Udinese. Nessuna traccia della Sampdoria vista contro il Milan, inconsistenti (ma applauditissimi) i tanto temuti ex Quagliarella e Zapata.

L’abbraccio di Puggioni
Le aspettative tagliano le gambe, la paura frena i movimenti. Questo capita, di solito. L’Udinese, invece, chiamata solo e soltanto a fare punti, scende in campo concentrata e grintosa. Dopo soli due minuti De Paul si trova i piedi la palla del vantaggio. Cross di Lasagna, il numero 10 colpisce di piatto (male), il pallone finisce lontano dalla porta di Puggioni. Al 7’ ancora Udinese avanti con Barak, ma la sua conclusione non spaventa il portiere della Sampdoria. Il primo quarto d’ora è a tinte bianconere, ma il peso della gara si percepisce dall’intensità con cui Delneri si fa sentire dalla panchina. Cammina nervoso avanti e indietro, urla e non smette di dare suggerimenti, scatta come una molla quando l’arbitro Fabbri non fischia fallo di Zapata proprio davanti ai suoi occhi. Al 27’ arriva il meritato gol del vantaggio. Puggioni esce dai pali e va a pressare inspiegabilmente Maxi Lopez al limite dell’area; l'attaccante (che ha vestito anche la maglia della Samp) cade a terra e Fabbri indica il dischetto. De Paul batte sicuro alla sinistra del portiere: è l’1-0. Ma se Puggioni continua a dare speranze ai bianconeri (passaggio sbagliato a Strinic, che è costretto a mettere in fallo laterale), il vero regalo blucerchiato arriva al 40’, quando Barreto, già ammonito, si fa cacciare dopo un intervento in scivolata su Lasagna a centrocampo.

Doppio Maxi
La Samp, in dieci, gestisce palla, l’Udinese studia la mossa giusta. Si accende al 53’, quando si avvicina al raddoppio. Nulla di fatto, però, perché Puggioni si supera respingendo il tiro da vicino di Lasagna al termine di un contropiede portato avanti alla perfezione da Maxi Lopez. Ma il destino ha in serbo qualcosa di meglio per l’attaccante argentino: al 67’ è infatti lui a battere Puggioni dal dischetto. Merito di Fofana che, entrato pochi secondi prima al posto di Barak, semina il panico in area e si fa atterrare da Torreira. Maxi Lopez ci prende gusto e non si ferma alla prima rete con la maglia dell’Udinese: al 85' raddoppia con uno splendido tocco sotto di controbalzo che inganna Puggioni. Il risultato cambia ancora: sul finale l'arbitro Fabbri fischia il terzo calcio di rigore per l'Udinese. Ennesimo slalom di Fofana in area di rigore che cade nella morsa di Ferrari e Strinic. Il centrocampista, dal dischetto, non sbaglia. Un poker che fa davvero bene.