A Treviso

Pestato a sangue per una sigaretta negata

E' successo a un macchinista 25enne di Tarvisio. Era fermo in stazione. Dopo essersi rifiutato di dare una cicca a due marocchini, è stato aggredito alle spalle. Ha riportato una parziale frattura del setto nasale e una prognosi di 30 giorni

Pestato a sangue per una sigaretta negata (© Diario di Udine)

TARVISIO - Era fermo alla stazione di Treviso con il suo treno merci per una sosta. Un macchinista 25enne di Tarvisio si era avvicinato a uno dei distributori automatici per bere qualcosa quando sono spuntati due ragazzi che gli hanno chiesto una sigaretta. Lui ha detto no e ne è nato un diverbio che pareva finire lì. E invece i due, marocchini di 28 e 17 anni, l'hanno seguito e aggredito alle spalle prima che potesse risalire sul treno. 

Il 25enne tarvisiano ha riportato una parziale frattura del setto nasale e una prognosi di 30 giorni, pestato a sangue con calci e pugni oltre che rapinato del cellulare. Il 28enne, raggiunto poco dopo dai carabinieri, è stato arrestato, mentre il 17enne se l'è cavata con una denuncia. I due erano saliti su un convoglio diretto a Conegliano scendendo alla stazione di Spresiano. Il fatto è avvenuto lunedì sera, verso le 21.30 alla stazione di Treviso. 

Il ragazzo tarvisiano è stato soccorso da un'ambulanza del Suem e portato al Pronto Soccorso del Ca' Foncello.