La ricorrenza

Molin Nuovo ha festeggiato i 45 anni della sezione Afds

Nell’ultimo anno di attività si è registrata un’adesione di 10 nuovi iscritti per la maggior parte giovani. «E’ un segnale importante – rileva il presidente Barbiero – che conforta tutti e che premia il lavoro svolto negli anni»

Molin Nuovo ha festeggiato i 45 anni della sezione Afds (© Afds)

TAVAGNACCO - I donatori di Molin Nuovo hanno festeggiato, domenica 8 ottobre, il traguardo dei 45 anni dalla fondazione della loro sezione. Un appuntamento iniziato con la celebrazione liturgica nella chiesa parrocchiale di ‘San Giuseppe Lavoratore’, dove i donatori locali e i rappresentanti delle sezioni dell’Alto Torre, con i loro labari d’onore, hanno incontrato la comunità per un momento di preghiera, di ringraziamento e di saluto.

Nell’ultimo ano 10 nuovi donatori
Dopo la liturgia, celebrata dal parroco don Mario Piccini e accompagnata dalle voci del gruppo corale ‘La Fontanute’ di Molin Nuovo, il presidente della sezione, Alessandro Barbiero, ha ricordato il recente rinnovo del Consiglio direttivo e ha rinnovato il costante impegno della sezione. Nell’ultimo anno di attività si è registrata un’adesione di 10 nuovi iscritti per la maggior parte giovani. «E’ un segnale importante – rileva Barbiero – che conforta tutti e che premia il lavoro svolto negli anni». L’assessore comunale Giulia Del Fabbro ha sottolineato il valore dell’impegno e della solidarietà e ha ringraziato la sezione di Molin Nuovo citandola come modello da seguire per l’entusiasmo e la disponibilità ad agire per la salute e il bene della comunità.

Consegnati i diplomi di benemerenza
Il Consigliere Provinciale e rappresentante della Zona Alto Torre, Ivo Anastasino, ha ringraziato il presidente e il Consiglio direttivo per il lavoro svolto e ha sottolineato l’importanza e la necessità di essere sensibili verso chi è sofferente  e di donare in forma volontaria il proprio sangue per gli altri. Anastasino ha evidenziato che in questo momento di difficoltà cresce ogni giorno la richiesta di sangue trasfuso da parte di tutte le regioni italiane; ha concluso augurando ai donatori di proseguire l’attività con l’entusiasmo e l’impegno che ha permesso di concretizzare le iniziative fin qui realizzate. La festa è poi proseguita con un incontro conviviale al quale hanno partecipato i donatori locali e delle altre sezioni e le autorità presenti. Durante il pranzo sono stati consegnati gli attestati di benemerenza come premio di riconoscenza dell’Afds ai donatori attivi della sezione.