29 maggio 2020
Aggiornato 06:00
Dal 28 al 30 ottobre 2017

‘Il filo dei sapori’: l’agroalimentare carnico di qualità a Tolmezzo

Un evento pensato per valorizzare e rendere nota la biodiversità del territorio montano, che è molto ricco sotto questo profilo, ma anche per creare un percorso di conoscenza tra produttore e consumatore
‘Il filo dei sapori’: l’agroalimentare carnico di qualità a Tolmezzo
‘Il filo dei sapori’: l’agroalimentare carnico di qualità a Tolmezzo

TOLMEZZO - Ritorna a Tolmezzo, da sabato 28 a lunedì 30 ottobre, ‘Il Filo dei Sapori’: la manifestazione organizzata dall'UTI - Unione Territoriale della Carnia, dal Comune di Tolmezzo e dall’Ersa (Agenzia Regionale per lo sviluppo rurale), con il contributo della Regione e Friulmont e la collaborazione del Cefap, dell’Istituto F. Solari, dell’Istituto Linussio, della Nuova Pro Loco di Tolmezzo, di Confcommercio e del Museo Carnico delle Arti Popolari, che porterà nel capoluogo montano il meglio delle tipicità agroalimentari della Carnia. Un evento pensato per valorizzare e rendere nota la biodiversità del territorio montano, che è molto ricco sotto questo profilo, ma anche per creare un percorso di conoscenza tra produttore e consumatore.

Venerdì 27 ottobre
Un primo assaggio della manifestazione sarà venerdì 27 ottobre con l’inaugurazione della mostra fotografica ‘La Mont, il Mont des Berjos’ di Gigliola Di Piazza presso la sala Cussigh di Palazzo Frisacco, alle 18.30.

Sabato 28 ottobre
L’inaugurazione ufficiale de ‘Il Filo dei Sapori’, avverrà sabato 28 presso il padiglione Ersa in Piazza Centa, dopo il convegno ‘Come cambierà il paesaggio FVG a causa dei cambiamenti climatici nell’arco di 100 anni’, che si svolgerà dalle 11 alle 12.30 a cura di Ersa e Arpa, e con interventi di Andrea Cicogna dell'ARPA FVG e di Luigi Fabro dell'ERSA. Nell’occasione verranno salutate le delegazione di alcune Città Alpine da parte dell’Uti della Carnia ed Ersa.

Una grande vetrina
Nelle giornate di sabato e domenica il centro di Tolmezzo si trasformerà in una grande vetrina di prodotti della terra e dei loro derivati, come frutta, succhi e distillati, farine, patate, ortaggi, erbe officinali, birre artigianali, mieli, marmellate, insaccati e formaggi. In piazza Centa troverà spazio il mercato contadino, con le aziende agricole e agroalimentari della Carnia che avranno la possibilità di far conoscere i loro prodotti e di potersi raccontare attraverso un rapporto diretto con il consumatore. In piazza Centa, inoltre, ci sarà il gazebo centrale, sotto il quale si svolgeranno le attività a cura dell’Ersa e dell’Uti, e lo stand dell’Istituto Isis Linussio di Tolmezzo. Per tutti sarà possibile acquistare i prodotti e partecipare alle varie esposizioni, dimostrazioni e degustazioni.

‘Segui lo sciame...’
L’Ersa, Agenzia Regionale per lo sviluppo rurale, ha in programma per sabato 28 la presentazione della via ‘Segui lo sciame...’ con l’illustrazione del marchio Aqua sul miele, la dimostrazione della produzione di formaggio e la presentazione del progetto Made ‘Malga and Alm Desidered Experience’ con la premiazione dei vincitori della 43° mostra del Formaggio e ricotta di malga di Enemonzo e, infine, le attività a supporto delle produzioni orticole e frutticole montane. Domenica 29, invece, saranno diversi i focus: sull’allevamento caprino, la valutazione degli usi della patata, la biodiversità in area montana, il grano saraceno e la situazione della zootecnia in montagna. Si chiuderà con la presentazione del progetto Top_Value ‘Il valore aggiunto del Prodotto di Montagna’ che l’ERSA e l’Università di Udine stanno conducendo insieme alla Regione Veneto, alla Regione Carinzia e all’Università di Padova.

‘GustoCarnia’
Ma le aziende agricole locali troveranno spazio anche lungo via Lequio, dove ci sarà anche l’Area Consorzio Pro Loco della Carnia e l’Area ‘GustoCarnia’: in quest’ultima si svolgeranno le attività di show cooking. Pensata e organizzata in collaborazione con i produttori, i ristoratori locali ed i cultori della tradizione locale, in quest’area si svolgeranno incontri per imparare a fare il formaggio o si conoscerà la filiera della birra friulana, mentre grazie alle aziende e ai ristoranti locali si imparerà a preparare gli gnocchi e altri piatti della tradizione carnica.

Presidi Slow Food Fvg
Anche piazza XX Settembre rimane un punto centrale della manifestazione: ci sarà un’area di ristoro riscaldata e con intrattenimento musicale, gli spazi riservati ai Presidi Slow Food Fvg, il Villaggio delle città alpine e lo spazio dove i Cultori della Tradizione locale proporranno alcuni piatti della tradizione insieme a delle novità. Con la collaborazione degli apicoltori locali, delle associazioni e degli appassionati via Cavour è stata trasformata nella Via del miele e della biodiversità, con postazioni che raccontano il grande mondo delle api e della ricchezza floristica del territorio regionale. In occasione della manifestazione il Museo Carnico delle Arti Popolari ‘Gortani’, in collaborazione con il Museo Cjase Cocel di Fagagna, proporrà la mostra sul mondo dell’apicoltura ‘Segui lo sciame…’ (28 ottobre-12 novembre 2017). Saranno inoltre esposti i mieli delle Città alpine e della montagna friulana. Diverse inoltre le attività proposte dal Museo Gortani per i ragazzi: sabato alle 15.00 il laboratorio di ceramica a bambini ed adulti a cura dell’Associazione Scuola per la ceramica di Villa Sulis, mentre nell’intera giornata di domenica sarà possibile decorare le zucche come facevano i bisnonni carnici. Le degustazioni dei prodotti delle aziende agricole saranno ideate e proposte dai ragazzi dell'Istituto ISIS J. Linussio di Tolmezzo.

Per i più piccoli
Durante ‘Il Filo dei Sapori’ anche i più piccoli potranno divertirsi in giochi con materiali offerti direttamente dalla natura e attività artistico-espressive: lo spazio per i bimbi è in via Duomo sud. Nella giornata di domenica l’Associazione ‘Amici di Totò’ allieterà i bambini con attività ludiche e di affezione con gli asini. Infine ci saranno due eventi speciali collegati a ‘Il Filo dei Sapori’: sabato 28 ottobre alle 15 andrà infatti in scena la 15esima edizione del premio ‘Leggimontagna’, nato nel 2002 e organizzato dall’ASCA, associazione delle sezioni CAI di Carnia-Canal del Ferro-Val Canale. Alle 18, sempre di sabato 28, al cinema David di Piazza Centa ci sarà la presentazione dei XXII campionati mondiali di deltaplano Friuli Venezia Giulia 2019.

Lunedì 30 ottobre
Dalle 9 alle 12.30, gran finale con Il Mercato del Contadino (Via Lequio e Piazza Centa) e alle 13, nell'area ristoro, l'appuntamento di chiusura con ‘la pasta di beneficenza’, un momento conviviale per stare insieme e fare del bene.

Programma completo su: www.carnia.utifvg.it | Facebook |