Droga

Due in manette per spaccio: la loro attività 'sul mercato' avrebbe fruttato 60 mila euro

L’attività condotta dai militari dell’Arma è stata comunicata al termine delle serrate indagini che hanno permesso non solo di individuare e indentificare gli acquirenti delle sostanze stupefacenti, ma anche di ricostruire l’intera filiera

Due in manette per spaccio: la loro attività 'sul mercato' avrebbe fruttato 60 mila euro (© Diario di Udine)

PALMANOVA – Una serrata attività investigativa condotta dai carabinieri del Norm della compagnia di Palmanova ha portato all’arresto di due persone e al blocco della loro attività di spaccio che avrebbe fruttato tra i 50 e i 60 mila euro. L’attività condotta dai militari dell’Arma è stata comunicata al termine delle serrate indagini che hanno permesso non solo di individuare e indentificare gli acquirenti delle sostanze stupefacenti, ma anche di ricostruire l’intera filiera di spaccio.

Le indagini sono state avviate lo scorso maggio: a seguito di una perquisizione domiciliare i carabinieri hanno trovato 4 chili circa di marijuana, 1 circa di hashish, una piccola quantità di eroina e materiale utile al frazionamento e al successivo spaccio, a casa di un 36enne, residente a Cervignano del Friuli, G. D., in seguito tratto in arresto (ai domiciliari) per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso della stessa attività investigativa, tre giorni più tardi, il 26 maggio scorso, è stato arrestato il secondo spacciatore, P. M. L., di 45 anni, e residente a Gonars. L’uomo è stato trovato in possesso di 200 grammi circa di marijuana, 15 pastiglie di ecstasy e materiale utile allo spaccio. Un’ operazione-lampo che dimostra ancora una volta la costante attenzione dell’Arma ai fenomeni di consumo e spaccio di sostanze stupefacenti.