22 ottobre 2018
Aggiornato 08:30

Ibis vola fino a Malta e diventa un 'caso nazionale'

Si tratta di un esemplare dell’Oasi di Quadris di Fagagna. Volontari, animalisti e forze dell'ordine si sono mossi per salvarlo e rispedirlo in Friuli
Ibis vola fino a Malta e diventa un 'caso nazionale'
Ibis vola fino a Malta e diventa un 'caso nazionale' (Domenic Aquilina (independent.com))

FAGAGNA – E' volato fino a Malta, facendosi notare da un fotografo sportivo, che l’ha immortalato su uno dei campi di calcio dell’isola. E così uno degli Ibis dell’Oasi di Quadris di Fagagna è diventato una vera e propria star. A Iris (questo il nome dato al pennuto) è stato dedicato anche un ampio articolo con tanto di servizio fotografico sulla testata Indipendent. Un vero e proprio 'caso nazionale', che ha movimentato animalisti, forze dell'ordine, semplici cittadini. 

L’avvistamento è avvenuto il 15 ottobre da parte del fotografo Domenic Aquilina, che ha mandato il suo scatto a chi i volatili li studia per professione. E così è nata la storia di Iris, specie che sull’isola di Malta non aveva mai messo zampa. Una vera rarità, considerato che gli Ibis sono estinti sul territorio europeo (salvo alcuni esemplari presenti in strutture come l'Oasi) . Temendo per la sua incolumità (alcune cicogne di Fagagna, anni fa, furono uccise proprio a Malta da cacciatori di frodo), le autorità si sono mosse per garantire la protezione necessaria a Iris. E poiché l’uccello si è dimostrato goloso di lombrichi e larve presenti nel campo di calcio, non è stato difficile catturarlo, grazie anche alle preziose informazioni fornite dall’Oasi di Fagagna.

Una volta preso, è stato organizzato il volo di rientro. E Iris ora si trova al sicuro nell’Oasi di Fagagna, dove potrà raccontare ai suoi simili di aver fatto un viaggio avventuroso fino a Malta, solcando i campi di calcio dell'isola. Una favola a lieto fine…per una volta!