23 giugno 2021
Aggiornato 20:30
verso udinese-atalanta

Delneri: «Prestazioni altalenanti, ma la squadra uscirà da questo momento»

Il mister friulano torna sulla gara contro il Sassuolo e presenta quella di domani contro l'Atalanta: «I giocatori hanno dimostrato attaccamento al gruppo e qualità: dobbiamo andare avanti per migliorarci sempre. Tattica e tecnica hanno un valore importante, ma conta di più ragionare da squadra»

UDINE – «Le difficoltà ci sono state, le prestazioni sono state altalenanti, ma la squadra ha le caratteristiche per uscire da questo momento e fare risultato». La vittoria contro il Sassuolo non può e non deve essere un caso. Lo sa bene Luigi Delneri. Domani, allo Stadio Friuli, c’è l’Atalanta e l’Udinese deve sapersi riconfermare. «Mercoledì la squadra ha risposto nel modo giusto – ribadisce il tecnico - i giocatori hanno dimostrato attaccamento al gruppo e qualità: dobbiamo andare avanti per migliorarci sempre. Il lavoro incide sulle prestazioni. Tattica e tecnica hanno un valore importante, ma conta di più ragionare da squadra».

Gli avversari
Udinese e Atalanta si affronteranno per la 34° volta nella massima serie. I numeri parlano chiaro riguardo la tradizione favorevole per i colori bianconeri che a partire dal 1950, anno della prima sfida in serie A con i bergamaschi, hanno battuto i nerazzurri per ben 19 volte su 33. «L’Atalanta è aggressiva e dinamica – commenta – I giocatori sono interessanti e anche se qualcuno è andato via c’è una struttura intensa alle spalle: noi dobbiamo fare la nostra partita, con attenzione e rispetto».

In campo
Contro il Sassuolo il mister ha inserito giocatori a sorpresa («Non mi pento di non averlo fatto prima»). «Non si è trattato di turnover, ma di scelte. Alcune fatte per motivare, altre per far riposare». Ad esempio, non ha fatto partire titolare Maxi Lopez. Domani giocherà?  «Ci sono partite in cui può giocare e altre in cui se ne può fare a meno – replica Delneri - Dipende dalle caratteristiche della partita. Abbiamo ancora molto tempo per pensarci». C'è chi recupera e chi no: «Nuytinck sta bene, devo solo vedere come ha reagito dopo la partitella di oggi. L'unico sicuramente fuori è Jankto che ha preso una legnata da Cannavaro». Adnan ha risposto presente in queste due ultime gare. «Deve continuare così – aggiunge – Credo nei miei giocatori, devono replicare ciò che facciamo in allenamento. In tanti hanno dato risposte positive, anche Samir ha fatto bene». Il difensore è stato fuori sei mesi per infortunio. «Ci sono tanti elementi da tenere in considerazione, la paura, i nuovi spostamenti – spiega - deve sviluppare in pieno la meccanica che ha perso a causa i mesi di stop». Infine due parole su Barak, autore del gol vittoria contro il Sassuolo. «I giocatori stanno cominciando a conoscersi e questo è importante. Domani ci sarà».