22 settembre 2019
Aggiornato 08:30
Sabato 4 novembre alle 21

"Il volo del jazz": A Sacile in un'unica nazionale il grande filarmonicista Vincent Peirani

Al Teatro Zancanaro, l’artista presenta il progetto 'Living Being Quintet', massima espressione del jazz internazionale contemporaneo
"Il volo del jazz": A Sacile in un'unica nazionale il grande filarmonicista Vincent Peirani
"Il volo del jazz": A Sacile in un'unica nazionale il grande filarmonicista Vincent Peirani

SACILE - Dopo il successo della prima data con Michael Nyman, il festival 'Il volo del jazz' di Sacile prosegue con le note dei grandi artisti internazionali: sabato 4 novembre alle 21 al Teatro Zancanaro suonerà in unica nazionale il grande fisarmonicista francese Vincent Peirani con il suo progetto Living Being Quintet, massima espressione del jazz internazionale contemporaneo. Acclamato da critica e pubblico, Peirani, 37 anni, è la nuova voce europea della fisarmonica: a Sacile presenta un progetto di inesauribile versatilità e musicalità. Biglietto intero 18 euro e ridotto 15 euro.

Vincent Peirani
Vincent Peirani è una delle stelle nascenti del jazz europeo: nel 2014 ha ricevuto in Francia il prestigioso premio 'Victoires du Jazz' come 'artista jazz dell’anno' e ha vinto il premio tedesco 'Echo Jazz'. Vincent fa parte della giovane generazione jazz, cresciuta con un’istruzione musicale classica ma contaminata da tutti i generi musicali tra cui il rock, il pop e la musica elettronica. E’ tra i musicisti più innovativi, un compositore che sfida i confini dell’attuale scena musicale.
'Living Being' è un progetto musicale che risale a 4 anni fa: «Volevo una nuova band ma non sapevo esattamente che tipo di musica volevo suonare. Cercavo dei musicisti che avessero avuto diverse esperienze e provenissero da diversi background musicali».
Oltre a Émile Parisien, spirito a lui affine, Vincent ha scelto di lavorare con il bassista Julien Herne che arriva dal R’n’B e dalla scena hip hop (Beat Assaillant, Ben l’Oncle Soul), con il percussionista Yoan Serra, un appassionato di Art Blakey e di Elvin Jones che si sente a suo agio anche con la musica elettronica (Guillaume Perret, Orchestre National de Jazz, Offering), e con il tastierista Tony Paeleman, già cantante e musicista pop (Fredrika Stahl, Orchestre National de Jazz). Il gruppo ha radici comuni: vengono tutti da Nizza e vivono a Parigi, si conoscono da molto tempo e 'Living Being' è per loro un nuovo inizio. Come dimostrano le sei tracce composte da Peirani e i due brani riadattati e personalizzati da Michel Portal e Jeff Buckley, Living Being è il risultato a tutto tondo di un essere vivente, deliziosamente 'organico' e con un suono come non si era mai sentito prima.
Dalla semplice Miniature all’antifona smantellata in un accordo progressivamente dinamico di Suite on V, dal suono arabescato a tema quasi classico di Ballad al pesante blues ritmato di Is it G, il collage sperimentale di Mutinerie e il bearsi all’unisono in Dream Brother, fino alla complessa trasposizione polifonica di Air Song. Questi giovani musicisti europei colmano il divario che si pensava esistesse tra composizione e improvvisazione, tra armonizzazione classica e ritmi jazz. Non un’imitazione ma un originale, dove ognuno di loro suona la propria parte. Come dice Peirani: «Questo è il futuro del Jazz».

I prossimi concerti de 'Il volo del jazz'
Brad Mehldau & Chris Thile (solo due date in Italia: Sacile e Milano) il 9 novembre; Simona Molinari con il suo omaggio a Ella Fitzgerlad tra musica e recitzione (18 novembre, esclsusiva Triveneto); Dave Holland, bassista e pupillo di Miles Davis, con un Trio di fama mondiale (25 novembre, esclsusiva Triveneto), il progetto Spiritual Galaxy capitanato da Conte-Petrella-Casarano, evento speciale in esclusiva per Il volo el jazz, per una chiusura all’insegna del ballo e della festa, tra jazz, afro, elettronica e funky.

Eventi collaterali
Come nello stile dei progetti di Controtempo, il festival è arricchito da un calendario di eventi collaterali, con film-concerto, dj set, visite guidate, incontri con gli artisti e degustazioni. Inoltre è stata posta particolare attenzione ai progetti multidisciplinari, con Cover Jazz (evento che incrocia musica, fotografia e pittura che vede quest’anno protagonisti i lavori dell’illustratrice Anna Godeassi), la promozione del jazz nelle scuole del territorio e il calendario solidale Un segno jazz per la solidarietà.

Biglietti
Vincent Peirani 'Living Being' Quintet intero 18 euro e ridotto 15 euro, Brad Mehldau & Chris Tile intero 28 euro e ridotto 25 euro, Simona Molinari intero 18 euro e ridotto 15 euro, Dave Holland Trio intero 18 euro e ridotto 15 euro, Conte – Petrella – Casarano intero 18 euro e ridotto 15 euro. I biglietti si possono acquistare on-line sul sito www.vivaticket.it, scrivendo a ticket@controtempo.org e nei punti vendita autorizzati: a Sacile presso Cartoleria Abacus (Centro Commerciale Serenissima), viale Matteotti 36B, telefono 0434 781221. I biglietti per il Teatro Zancanaro di Sacile sono acquistabili anche la sera stessa dei concerti dalle 18.30. Informazioni: telefono 0434 780623.