21 settembre 2019
Aggiornato 01:00
domenica 5 novembre dalle 10

All'Immaginario di Pordenone i bambini si trasformano in piccoli scienziati

Laboratori ludo-didattici per bambini da 5 a 10 anni, alla scoperta di pressione e galleggiamento, mettendo a frutto fantasia e manualità
All'Immaginario di Pordenone i bambini si trasformano in piccoli scienziati
All'Immaginario di Pordenone i bambini si trasformano in piccoli scienziati

PORDENONE - Si può scoprire come funziona la pressione divertendosi in un laboratorio? All'Immaginario Scientifico di Pordenone sì! Domenica 5 novembre alle 15 ci sono i laboratori ludo-didattici 'Scienziati della domenica': in una delle colorate sale laboratoriali del museo della scienza interattivo e sperimentale, i bambini da 5 a 10 anni potranno cimentarsi nella costruzione di un divertente oggetto 'scientifico', per avvicinarsi in modo divertente a semplici concetti, e mettendo in pratica al contempo fantasia e manualità!

Laboratorio
In questa occasione i piccoli scienziati costruiranno un 'Diavoletto di Cartesio', un semplice ma simpatico prototipo scientifico, divertente da realizzare, che permette di riflettere sul comportamento dei fluidi e su concetti come la pressione e il galleggiamento. Il costo del laboratorio è di 7 euro a bambino (che include l'ingresso al museo). Le iscrizioni si effettuano tramite form online sul sito www.immaginarioscientifico.it (alla pagina 'il programma del mese di novembre').

Apertura museale
Per adulti e bambini che hanno voglia di confrontarsi in prima persona con la scienza e i fenomeni naturali, domenica 5 novembre il museo sarà regolarmente aperto dalle 10 alle 18. Oltre agli apparati interattivi, che è 'vietato non toccare', nella sezione dedicata alle multivisioni, sarà possibile vedere 'Big World Big Science': con l'avvicinarsi dell'anniversario dalla nascita di Marie Curie (150 anni fa, il 7 novembre 1987), si potrà fare un’emozionante passeggiata, a ritmo di musica e immagini, tra 13 grandi teorie, idee o invenzioni scientifiche dalle quali non si può prescindere per guardare il mondo, studiarlo e capirlo. Marie Curie ha ricevuto due premi nobel, uno per la fisica per la scoperta delle radiazioni e l'altro per la chimica per la scoperta di Radio e Polonio.