23 luglio 2019
Aggiornato 01:00
12a di campionato

Delneri: «Contro la Lazio con umiltà e sacrificio: possiamo combattere ad armi pari»

Il tecnico bianconero presenta la sfida che si giocherà domani alle 15 allo stadio Olimpico: «E' una squadra strutturata che merita la classifica: 11 contro 11 sempre, dobbiamo farci il c... doppio. Tenteremo di farlo, con fiducia»
Luigi Delneri
Luigi Delneri

UDINE –  «Gran umiltà e sacrificio» sono le due caratteristiche che l'Udinese dovrà portare a Roma «nell'affrontare la Lazio, sennò da quel campo lì non si esce». Il tecnico dei friulani, Gigi Delneri, lo ha detto a chiare lettere nella conferenza stampa prepartita, presentando la gara di domani all'Olimpico (alle 15). 

Bocca cucita
Sugli 11 che scenderanno in campo Delneri non si sbottona. Toccherà a Balic? «Può essere un’opzione, di certo tocca alla squadra – comincia - Sono solito decidere con calma, perché la formazione dipende da molti fattori. Ho in mente qualcosa, ma non dico nulla». Behrami e Hallfredsson di certo non ci saranno. «Troveremo un’alternativa che dia sicurezza tecnica e tattica – aggiunge, specificando che non potrà scendere in campo con la stessa struttura vista con l’Atalanta – Dovremo metterci la forza, la personalità e la mentalità per andare a dare fastidio». Contro la Lazio sarà una partita complicata «soprattutto dal punto di vista fisico, ma la squadra ha le caratteristiche per combattere ad armi pari».

In crescita
Le due vittorie hanno reso il clima positivo. «Vedere come ha reagito Ali Adnan in questo periodo è la fotografia di cos’è il gruppo – spiega il mister - I singoli giocatori mi dicono poco. Il pronome «io» non esiste, esiste il noi. Io conto su questo». Poi Delneri torna sull’inizio di campionato. «L’Udinese ha sbagliato due partite – precisa – ma qualche gara, se ci avessimo messo più attenzione, poteva finire diversamente». Si chiede dunque continuità. Magari anche con un pareggio… «Meglio una vittoria. La positività dipende dalle prestazioni che fai – aggiunge - Non c’è solo il tunnel o il tiro in porta: il calcio è fatto di intensità, intercambiabilità, mentalità».  

Il gruppo per battere la Lazio
All’Olimpico servirà mettere in campo lo stesso atteggiamento visto nelle gare contro Atalanta e Sassuolo. La squadra, oggi, pare essere sempre molto unita. «Il gruppo è solido e compatto: dobbiamo ripetere le ultime due prestazioni mostrando impegno e spirito di sacrificio» conclude. La Lazio, quarta a 28 punti con la Juventus, arriva da una vittoria piuttosto netta contro il Benevento (5-1). «La Lazio ha le caratteristiche per combattere ad alto livello. Ha fisicità, ha il capocannoniere del campionato, ha trovato un assetto tattico adatto. Lucas Leiva è l'uomo giusto in mezzo alla difesa, è fisico e temperamentale – commenta infine Delneri -  E' una squadra strutturata che merita la classifica. Ha cambi importanti che possono dare la svolta. L'Udinese deve dare battaglia fisica, agonistica. 11 contro 11 sempre, dobbiamo farci il c... doppio. Tenteremo di farlo, con fiducia».