21 ottobre 2020
Aggiornato 23:30
La cerimonia

Festa per i 30 anni della Polizia stradale di Amaro

Dal 1978 a oggi i poliziotti di Amato hanno controllato circa 1.100.000 veicoli attraverso 76.650 pattuglie, con oltre 171.000 infrazioni elevate e 8.414 incidenti rilevati

AMARO – Ormai è una vera ‘istituzione’ lungo la A23, che lunedì 7 novembre ha festeggiato i 30 anni di attività. E’ la Sottosezione della Polizia Stradale di Amaro comandata dall'ispettore capo Sandro Bortolotti, che nell’occasione ha dato qualche numero sull’attività svolta: 984 arresti, 3.803 persone indagate, 14.035 stecche di sigarette sequestrate, 1.966 clandestini rintracciati.

Dal 1978 a oggi i poliziotti di Amato hanno controllato circa 1.100.000 veicoli attraverso 76.650 pattuglie, con oltre 171.000 infrazioni elevate e 8.414 incidenti rilevati. Un’attività diversificata quella della Polizia stradale, che va dal sequestro di droga a quello di cuccioli di cane, dall’arresto di latitanti al recupero di veicoli rubati. Tra gli arresti ‘eccellenti’ di questi anni, quello di Fabio Savi, uno dei componenti della banda della Uno bianca, avvenuto in un'area di servizio.

Alla cerimonia, oltre al sindaco di Amaro Laura Zanella, sono intervenute autorità civili, religiose e militari (tra cui il Questore e il Prefetto di Udine), che hanno rimarcato la valenza del lavoro svolto sul territorio dalla Polizia stradale negli ultimi 30 anni. In particolare, è stato messo in evidenza quanto fatto in termini di prevenzione per ridurre il numero di incidenti mortali: dal 2010 a oggi, sulla A23, c’è stato un solo sinistro mortale sulla A23.