23 settembre 2019
Aggiornato 20:30
Intervento della Guardia Costiera

Pesce senza indicazioni di tracciabilità: scatta il sequestro

Si tratta di salmone, scampi, mazzancolle, tonno a pinne gialle e gamberi rossi conservati in una cella frigo di un ristorante della zona del Manzanese
Pesce senza indicazioni di tracciabilità: scatta il sequestro
Pesce senza indicazioni di tracciabilità: scatta il sequestro

UDINE – La Guardia Costiera di Monfalcone ha sequestrato 24 chilogrammi di pesce conservato in una cella frigo di un ristorante della zona del Manzanese. Come specifica l’edizione on line de Il Gazzettino, si tratta di salmone, scampi, mazzancolle, tonno a pinne gialle e gamberi rossi che erano privi di qualsiasi informazione relativa alla tracciabilità.

Non avendo indicazioni sulla provenienza, non è stato sapere dove questo pesce è stato pescato, con quale metodo di cattura, chi lo ha pescato e quando. Da qui il sequestro amministrativo eseguito dagli uomini della capitaneria di porto di Monfalcone

Per il ristoratore è scattata anche una multa di 1.500 euro.