Venerdì 17 e venerdì 24 novembre

Dopo lo scoppio di Sant’Osvaldo: in programma due eventi di approfondimento

La mostra vuole raccontare il ‘day after’ di un autunno particolarmente desolato di cent’anni fa, in cui macerie si aggiungevano a macerie, dolore si sommava al dolore

Dopo lo scoppio di Sant’Osvaldo: in programma due eventi di approfondimento (© Comune di Udine)

UDINE - Due appuntamenti, il 17 e il 24 novembre, per ricordare i drammatici eventi che hanno attraversato Udine nel 1917 - dallo scoppio di Sant’Osvaldo ai fatti di Caporetto a cento anni dai fatti: li promuove il Circolo Culturale S. Osvaldo, d’intesa con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Udine, come percorso tra la memoria storica ufficiale e le piccole storie del quartiere. 'Dopo lo scoppio di S. Osvaldo' vuole raccontare il ‘day after’ di un autunno particolarmente desolato di cent’anni fa, in cui macerie si aggiungevano a macerie, dolore si sommava al dolore.

Venerdì 17 novembre
Primo appuntamento, venerdì 17 novembre, alle 18, nella sede parrocchiale di via Bertiolo 42, a cura del gruppo che ha curato la mostra sullo scoppio di S. Osvaldo in collaborazione con la parrocchia. Nell’occasione Gaetano Vinciguerra, Silvia Bianco, Massimo Turco, Elisa ed Ilaria Bertoli presenteranno 'I risultati di una ricerca'.

Venerdì 24 novembre
Sempre alle 18, nella sala culturale Franco Sguerzi in via S. Stefano, lo storico Enrico Folisi proverà a ridisegnare dopo un secolo i contorni dell’immane tragedia che ha sconvolto il nostro territorio, approfondendo il tema «Udine, Caporetto, l’invasione, l’occupazione, il saccheggio, l’esodo».

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. Info: Puntoinforma tel.0432 1273717, riva Bartolini 5 www.comune.udine.gov.it