18 ottobre 2019
Aggiornato 06:30
Il 21 novembre

C'è una perdita di gas: via Bernardinis bloccata

La perdita di gas in via Bernardinis, in una prima fase è stata addebitata a una piccola frana causata da alcuni lavori in corso da parte di Cafc,che sta lavando in zona. Ma il consorzio, nella giornata del 22 novembre, ha chiarito la sua posizione attraverso una nota con cui solleva da qualsiasi responsabilità i suoi addetti
C'è una perdita di gas: via Bernardinis bloccata
C'è una perdita di gas: via Bernardinis bloccata Diario di Udine

UDINE - L’allarme è scattato nel tardo pomeriggio. I residenti nella zona di via Bernardinis, a Udine, hanno allertato i vigili del fuoco a causa del forte odore di gas che sentivano nell'area. Sul posto sono subito giunti i pompieri con tutta l’attrezzatura necessaria a monitorare la concentrazione di metano, che fortunatamente non ha mai superato la soglia di guardia stabilita. La fuoriuscita del gas è stata causata dalla rottura di una tubatura, ma le cause sono ancora in corso di accertamneto. 

Strada chiusa e lavori in corso
Dopo le analisi necessarie, i vigili del fuoco hanno allertato l’AcegasApsAmga: sul posto una squadra di tecnici del pronto intervento ha provveduto a mettere in sicurezza la perdita, in attesa di una completa valutazione del danno che potrebbe rendere necessaria la sostituzione del tratto di tubo danneggiato. Per questioni di sicurezza, la polizia locale dell’Uti Friuli Centrale ha chiuso il tratto di via Bernardinis compreso tra via Bertoli e via Canova per consentire ai vigili del fuoco e ai tecnici di lavorare in sicurezza. Ai residenti, invece, è stato chiesto di restare a casa. La circolazione è stata riattivata attorno alle 21. Nella giornata del 22 novembre sono in programma altri interventi. 

La precisazione di Cafc
La perdita di gas in via Bernardinis, in una prima fase è stata addebitata a una piccola frana causata da alcuni lavori in corso da parte di Cafc,che sta lavando in zona. Ma il consorzio, nella giornata del 22 novembre, ha chiarito la sua posizione attraverso una nota con cui solleva da qualsiasi responsabilità i suoi addetti impegnati in un'attività di riparazione della condotta a causa una perdita idrica individuata fra via Canova e via Bernardinis. Gli operai Cafc, nel tardo pomeriggio del 21 novembre, hanno provveduto a scavare regolarmente, senza forare nessun'altra condotta se non quella dell'acqua, per individuare l'origine della perdita e iniziare l'intervento. Dopo aver messo in sicurezza lo scavo - i lavori di riparazione idrica continueranno nella giornata odierna - , la prima fase dell'operazione si è conclusa in serata regolarmente. La pressione provocata dal traffico veicolare a carico del marciapiede, unitamente a una sua manutenzione probabilmente poco attenta, deve aver determinato il cedimento di un profilo del marciapiede e di terreno sciolto sottostante che é andato a colpire, sfortunatamente, la tubatura del gas provocandone la fuoriuscita. Nessuna responsabilità va addossata al cantiere Cafc, né, tantomeno, ai suoi operai che hanno eseguito l'intervento a regola d'arte e, di certo, non forano tubature del gas scavando.