23 maggio 2019
Aggiornato 07:30
La decisione

Sappada al Friuli: caroselli di auto in paese

Poco dopo l’arrivo della notizia da Roma, alle 13.55, anche i rappresentanti politici hanno cominciato a farsi sentire, esprimendo tutta la loro soddisfazione per una scelta che affonda le radici nella storia, visto che Sappada faceva parte della provincia di Udine fino al 1852
Sappada al Friuli: caroselli di auto in paese
Sappada al Friuli: caroselli di auto in paese

SAPPADA – Il via libera alla Camera, che di fatto ha sancito il ritorno di Sappada al Friuli Venezia Giulia, ha scatenato la festa di amministratori locali e cittadini. Per le strade sono spuntati pure caroselli di auto con la bandiera del Friuli, ‘privilegio’ riservato di solito solo alle vittorie sportive.

L’Anci e l’invito al sindaco di Sappada
Poco dopo l’arrivo della notizia da Roma, alle 13.55, anche i rappresentanti politici hanno cominciato a farsi sentire, esprimendo tutta la loro soddisfazione per una scelta che affonda le radici nella storia, visto che Sappada faceva parte della provincia di Udine fino al 1852.
Una notizia appresa con grande favore dall’esecutivo di Anci Fvg, con i sindaci della regione che ora auspicano possa riaccendersi l’attenzione sui temi della specialità, tema «che può rafforzarsi e trovare nuova linfa solo se, come nel caso di Sappada, parte dai territori. Sono proprio i territori, e quindi i 217 comuni del Friuli Venezia Giulia con le loro peculiarità storiche, linguistiche ed economiche, a rendere speciali l’intera regione».
L’esecutivo di Anci, che ha deciso di riunire l’assemblea generale dei Comuni entro la fine del mese di dicembre, ha ritenuto, su proposta del presidente Mario Pezzetta, di invitare in quell’occasione il sindaco di Sappada Manuel Piller Hoffer per avviare subito un percorso che porti il nuovo comune della regione a fare il proprio ingresso ufficiale anche nell’Associazione regionale dei comuni.

Il commento di Forza Italia e Pd
«Forza Italia del Fvg saluta con soddisfazione il ritorno di Sappada alla sua patria naturale, il Friuli. Si conclude un iter che riconosce i legami storici, culturali, linguistici della comunità con le sue radici friulane». L’ha detto il capogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale Riccardo Riccardi. «Dopo dieci anni - prosegue il consigliere - fatti di lotte, impegno, delusioni e speranze è arrivata la sola conclusione che questa comunità meritava: il riconoscimento del diritto di poter decidere per il proprio futuro». «Noi registriamo il voto di oggi coerenti con il lavoro che in Fvg abbiamo fatto ed è sintetizzato dalle posizioni espresse in Consiglio regionale e dal nostro coordinatore regionale, l’onorevole Sandra Savino, la quale con coraggio ha votato alla Camera a favore del provvedimento. Un grazie a tutta la comunità e ai suoi rappresentati per l’esempio di correttezza e di determinazione che hanno dimostrato. Bentornati», conclude Riccardo Riccardi.
«Il voto di oggi è il frutto di un lavoro lungo e trasversale, che riconosce la volontà dei cittadini di Sappada: è un risultato importante e una bella pagina della nostra politica». Lo afferma Antonella Grim, segretaria regionale Pd Fvg, secondo cui «su questo tema l’attenzione dei nostri parlamentari, a partire dal capogruppo alla Camera Ettore Rosato, è sempre stata massima. Oggi la politica ha dimostrato di rispettare la volontà popolare, portando a compimento un percorso lungo e tortuoso, ma pienamente legittimo».

Le parole di Fontanini
«È una giornata storica per Sappada che ritorna in Friuli. La Provincia di Udine, nel cui territorio insiste il comune montano, dà il benvenuto ai Sappadini, comunità con una particolarità importante: l’antico dialetto tedesco parlato dalla popolazione». E’ con grande soddisfazione che il presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini commenta il voto odierno alla Camera. «Ha portato fortuna l’aver scelto di organizzare proprio quest’anno la festa del 3 aprile a Sappada – aggiunge Fontanini -. In quell’occasione tutte le istituzioni del Friuli hanno lanciato un forte segnale a sostegno delle aspettative e della volontà popolare di Sappada ovvero il passaggio alla Regione Fvg». A coronamento dell’iter, il presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini inviterà il sindaco di Sappada Manuel Piller Hoffer a palazzo Belgrado per consegnargli la bandiera del Friuli.