20 settembre 2019
Aggiornato 04:00
Il caso

Omicidio di Dignano: la lettera di Mazzega è stata recapitata alla famiglia Orlando

Una busta bianca che contiene le riflessioni (forse le scuse?) del 36enne, che sta aspettando il processo non in carcere ma nella casa dei suoi genitori a Muzzana del Turgnano
Omicidio di Dignano: la lettera di Mazzega è stata recapitata alla famiglia Orlando
Omicidio di Dignano: la lettera di Mazzega è stata recapitata alla famiglia Orlando

DIGNANO – Si sapeva che sarebbe arrivata, e anche che i genitori avrebbero atteso «la giornata giusta» prima di aprirla. La lettera scritta da Francesco Mazzega, l’omicida reo confesso della fidanzata 21enne Chiara, è stata recapitata a casa della famiglia Orlando. Una busta bianca che contiene le riflessioni (forse le scuse?) di Mazzega, che sta aspettando il processo non in carcere ma nella casa dei suoi genitori a Muzzana del Turgnano.

La consegna della busta è avvenuta tramite avvocati: quelli di Mazzega l’hanno consegnata al legale degli Orlando, che l’ha fatta arrivare giovedì nella casa di Vidulis di Dignano. Probabilmente parole scritte da Mazzega ai genitori di Chiara resteranno riservate, ma certamente serviranno a poco per placare il dolore lancinante che papà Andrea e mamma Antonella si portano dentro da quella maledetta serata di fine estate.