22 ottobre 2019
Aggiornato 04:00
a Udine

Prostituzione: controlli in Borgo Stazione e sul greto del fiume Torre

Gli uomini della Questura udinese hanno identificato sei giovani richiedenti asilo di origine pakistana ospitati nella Cavarzerani. Fermati anche sei cittadini friulani over 60.
Prostituzione: controlli in Borgo Stazione e sul greto del fiume Torre
Prostituzione: controlli in Borgo Stazione e sul greto del fiume Torre Diario di Udine

UDINE – A fine ottobre vi avevamo raccontato quanto, ormai da mesi, stava succedendo sul greto del fiume Torre, a due passi dall’ex caserma Cavarzerani. Un vero e proprio ‘giro’ di prostituzione omosessuale che vedeva coinvolti i richiedenti asilo e non solo.

Nell’ultimo fine settimana c’è stata una stretta da parte delle forze dell’ordine che hanno controllato i luoghi della prostituzione in città: oltre alle solite vie di Borgo Stazione, gli agenti si sono spinti fino in via Cividale, arrivando fino al Torre.
Un’attività che ha prodotto risultati, visto che gli uomini della Questura udinese hanno identificato sei giovani richiedenti asilo di origine pakistana ospitati nella vicina caserma. Fermati anche sei cittadini friulani over 60. Oltre a questo non è emerso nulla di anomalo.

Per quanto riguarda le verifiche in Borgo Stazione, è stata trovata una cittadina nigeriana clandestina, per la quale sono state avviate le pratiche di espulsione. Fermate anche decine di auto, con la Polizia che ha scoperto due persone su cui pendeva un divieto di ritorno in città e un’altra oggetto di un ordine di carcerazione.