Dal 7 dicembre al 26 maggio 2018, al Teatro Palamostre

'Ufficio ricordi smarriti': il progetto e il Collettivo N46°-E13°

Il progetto ha preso la forma di un luogo fisico e mentale che custodisce, fa emergere, confronta memorie e affioramenti delle tante identità che il tempo ci ha visto assumere e ci ha fatto vivere

'Ufficio ricordi smarriti': il progetto e il Collettivo N46°-E13° (© Luigina Tusini)

UDINE - Il Tempo, la memoria, il ricordo, l’identità. Sono le parole chiave di un nuovo progetto ideato e diretto da Rita Maffei e prodotto dal CSS Teatro stabile di innovazione del FVG. Concepito come un dispositivo speciale per la stagione di Teatro Contatto 36, che debutterà in prima assoluta di giovedì 7 dicembre (fino al 26 maggio 2018), al Teatro Palamostre (sala Carmelo Bene), lo spazio che ospiterà questo momento di forte interazione e condivisione di memorie e vissuti per tutta la stagione.

Arte partecipata
Si intitola Ufficio ricordi smarriti ed è una nuova esperienza di arte partecipata, una pratica artistica che coinvolge direttamente un gruppo di cittadini nel processo creativo, facendolo diventare parte attiva nella produzione e nell’atto artistico, in una forte relazione con il pubblico. Il progetto Ufficio ricordi smarriti prosegue, in particolare, l’esperienza collettiva di N46°-E13°, lo spettacolo con cui si è aperta la stagione di Teatro Contatto 35, proseguita poi con il felice debutto dello spettacolo EU Europa Utopia – Lady Europe al Mittelfest 2017 (nell’evento sull’Europa condiviso con altri quattro teatri di produzione regionali). Da ottobre 2017, il gruppo di cittadini che hanno scelto di collaborare ai progetti di arte partecipata del CSS, si è aperto a nuove adesioni e si è ricostituito per proseguire gli incontri laboratoriali e di prova, sotto la guida di Rita Maffei, sul nuovo tema del Tempo, anche a partire dalle suggestioni di un testo come L’ordine del tempo, del fisico Carlo Rovelli.  

Episodi
Ufficio ricordi smarriti ha preso la forma di un luogo fisico e mentale che custodisce, fa emergere, confronta memorie e affioramenti delle tante identità che il tempo ci ha visto assumere e ci ha fatto vivere. Durante l’intera stagione, il Collettivo N46°–E13°, costituito da 37 partecipanti dà vita a un appuntamento fisso settimanale, durante tre sere alla settimana -  dal giovedì al sabato. Dal 7 dicembre 2017 a maggio 2018, l’Ufficio aprirà per ben 63 sere per coinvolgere gli spettatori in 7 episodi.  Ogni episodio è indipendente dagli altri, sviluppa un proprio personale storytelling sul Tempo, affidato ogni volta a una diversa formazione di interpreti del Collettivo N46°-E13°, variabile da 7 a 10 persone.  Gli episodi sono ripetuti, ogni sera, a ciclo continuo, dalle 19 alle 21, per coinvolgere 20 spettatori a sera. Ogni spettatore entra nell’Ufficio ricordi a intervalli di 4 minuti e compirà il suo itinerario individuale attraversando lo spazio ricreato dall’artista e scenografa Luigina Tusini, che ha rimodellato completamente la Sala Carmelo Bene del Teatro Palamostre. Gli episodi 1,2,3 verranno presentati in sequenza di uno alla settimana (per tre sere alla settimana), e per tre volte (9 repliche a episodio) da dicembre a metà febbraio. Gli episodi 4,5,6 andranno invece in scena da fine febbraio ad aprile. L’episodio 7 è un episodio- epilogo e verrà presentato a maggio per 9 sere.