A Udine

Piller Hoffer: «Vogliamo votare con il Friuli Venezia Giulia»

Il sindaco di Sappada è stato ricevuto a palazzo Belgrado dal presidente Fontanini che gli ha consegnato la bandiera del Friuli. «Momento storico per la nostra comunità» ha detto il primo cittadino ringraziando per l'accoglienza

UDINE - «Un ritorno storico che soddisfa la volontà di autodeterminazione, democraticamente espressa dalla popolazione di Sappada e che, per il Friuli, rappresenta anche un risvolto economico correlato ai 6/10 dell’Iva che arriveranno nelle casse regionali da parte delle attività produttive. La Regione Fvg mantenga le sue promesse e intervenga per sostenere Sappada attraverso progetti e investimenti nel settore turistico grazie ai quali possano trarre beneficio anche i paesi contermini della Carnia, in primis Forni Avoltri». Così il presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini in occasione dell’incontro odierno a palazzo Belgrado con il sindaco di Sappada Manuel Piller Hoffer al quale ha consegnato la bandiera del Friuli. «Bandiera che sventola da tempo a Sappada ma che oggi doniamo ufficialmente a suggellare un legame storico e culturale tra i nostri territori ora nuovamente riuniti come lo erano all’epoca del Patriarcato di cui l’aquila di Bertrando è il vessillo ufficiale» ha aggiunto Fontanini ricordando l’iter impiegato da Sappada per l’atteso passaggio in Friuli e la prossima pubblicazione della Legge, in Gazzetta Ufficiale dopo la firma apposta pochi giorni fa dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Da parte del primo cittadino di Sappada Manuel Piller Hoffer il ringraziamento per questa giornata e per la vicinanza manifestata, in diverse occasioni, da parte della politica e dei cittadini. «Un momento storico questo ritorno al Fvg, un iter lungo dieci anni nel quale c’è stata la determinazione della popolazione e del Comitato che è rimasto fermo per veder soddisfatta la sua volontà. Ci sono stati rallentamenti ma ora entriamo in Friuli in punta di piedi: il nostro ingresso è un libro bianco tutto da scrivere. Siamo a disposizione per collaborare con gli enti ai vari livelli e abbiamo bisogno del supporto di tutti. Sappada – ha concluso - può essere un valore aggiunto per il Fvg e possiamo ragionare in termini di aree omogenee per valorizzare ed estendere i benefici a tutta la montagna».