21 settembre 2019
Aggiornato 01:00
Tragedia sfiorata

Monossido di carbonio 'killer': in 7 finiscono all’ospedale

Sul posto sono accorsi i Vigili del Fuoco e il personale del 118 che ha provveduto al trasporto delle sette persone a Cattinara
L'area di via Sella, a Camporosso
L'area di via Sella, a Camporosso

TARVISIO – Il monossido di carbonio stava uccidere sette persone in una villetta di Camporosso, in via Sella. Il fatto è successo nel tardo pomeriggio di venerdì 8 dicembre.

Sul posto sono accorsi i Vigili del Fuoco e il personale del 118 che ha provveduto al trasporto delle sette persone rimaste intossicate (una famiglia composta da padre, madre e due figli più tre amici di uno di questi ultimi) prima all’ospedale di Tolmezzo, poi in quello di Cattinara per essere sottoposte al trattamento con la camera iperbarica. Fortunatamente non sarebbero in pericolo di vita.

Ora bisognerà capire come si sia sprigionato il monossido di carbonio: se a causa del malfunzionamento di una canna fumaria o dell’impianto di riscaldamento nella zona della centrale termica. Ad accorgersi che qualcosa non andava è stata la madre della famiglia, che si è accorta dei malesseri degli figli e non solo. Per questo ha avvisato i Vigili del Fuoco. Per chiarire le cause dell’accaduto la casa è stata posta sotto sequestro.