21 settembre 2019
Aggiornato 01:00
lavoro

Lavoro: +2.2% occupati in Friuli Venezia Giulia

«I dati sul mercato del lavoro del terzo trimestre sono molto positivi per il Friuli Venezia Giulia.» queste le parole di Loredana Panariti
Lavoro:  +2.2% occupati in Friuli Venezia Giulia
Lavoro: +2.2% occupati in Friuli Venezia Giulia Regione Friuli Venezia Giulia

FVG - «I dati sul mercato del lavoro del terzo trimestre e, in generale, i dati di tutto il 2017 - evidenzia l'assessore regionale al Lavoro, Loredana Panariti - sono molto positivi per il Friuli Venezia Giulia. Siamo quasi a 510mila occupati, aumenta l'occupazione femminile e riparte l'autoimprenditorialità delle persone». I dati del terzo trimestre evidenziano, rispetto allo stesso periodo del 2016, una crescita degli occupati (+2,2%) e una diminuzione di disoccupati (-6,4%) e inattivi (-4,0%).

Investire sulla qualità del lavoro
La ripresa è trainata in questa fase soprattutto dal settore dei servizi (+6,3%) e da quello del commercio, alberghi e ristorazione (+4,2%). Proprio la crescita relativa in questi comparti, che si abbina all'incremento registrato anche nel settore manifatturiero-industriale, spiega il miglioramento soprattutto quantitativo dell'occupazione femminile (+5,2%) e la ripresa trainata dal lavoro temporaneo, le cui assunzioni crescono più di quelle a tempo indeterminato. «Ora bisogna far sì che i contratti a tempo determinato si trasformino in impieghi a tempo indeterminato e che i livelli di reddito ritornino al periodo pre-crisi. È fondamentale in questa chiave - ha aggiunto Panariti - continuare a investire sulla qualità del lavoro, e quindi sulla formazione e la ricerca». In questa fase il mercato del lavoro regionale fa meglio di quello italiano e del Nordest. A livello nazionale l'occupazione totale aumenta del 1,3%, quella femminile dell'1,7%, nel Nordest l'occupazione complessiva cresce del 1%, quella femminile dell'1,8%. Nel terzo trimestre del 2017, gli occupati in Friuli Venezia Giulia hanno raggiunto quota 509.978, confermando come la ripresa, in termini di opportunità occupazionali, sia robusta oramai da diversi trimestri.