12 novembre 2019
Aggiornato 05:00
Tra Talmassons e Castions

Riprese le ricerche del 40enne scomparso nel Cormor

Impegnati una trentina di uomini della Protezione Civile regionale e una ventina di Vigili del Fuoco. Sul posto anche le unità cinofile
Riprese le ricerche del 40enne scomparso nel Cormor
Riprese le ricerche del 40enne scomparso nel Cormor

TALMASSONS – Sono riprese mercoledì mattina le ricerche di Gil Nuzzo, il 40enne di Talmassons scomparso martedì mentre si trovava nelle vicinanze del torrente Cormor a Castions di Strada. L’ipotesi è che l’uomo sia caduto in acqua nel tentativo di recuperare il suo cane da caccia, un labrador di sei mesi, e sia stato trascinato via dalla corrente.

Sfruttando una tregua del maltempo, con il livello del Cormor che è sceso di circa un metro, sono ricominciate le ricerche, che vedono impegnati una trentina di uomini della Protezione Civile regionale e una ventina di Vigili del Fuoco. Sul posto anche le unità cinofile.

L’apprensione di parenti e amici è grande per Nuzzo, persona molto conosciuta nel Medio Friuli (è dipendente del Consorzio Latterie Friulane), che martedì avrebbe dovuto incontrarsi, proprio sulle sponde del Cormor, con un collega cacciatore. Per ora è stata ritrovata solo l’auto del 40enne, lasciata a poca distanza dal corso d'acqua, aperta e con il materiale per la caccia all’interno (fucine, proiettili e vestiario). E’ stata creata una base operativa tra Talmassons e Castions in cui sono presenti anche le forze dell’ordine, la polizia locale e il personale del 118.