12 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

La 'pancia' del Friuli prende vita: via libera dalla conferenza dei servizi

Ora, come ha confermato il sindaco Furio Honsell, si punta a portare il progetto in Consiglio comunale entro la fine dell’anno
La 'pancia' del Friuli prende vita: via libera dalla conferenza dei servizi
La 'pancia' del Friuli prende vita: via libera dalla conferenza dei servizi (Diario di Udine)

UDINE – L’annuncio è arrivato durante il brindisi natalizio dell’Udinese e a darlo è stato il direttore generale Franco Collavino. «In Comune si è tenuta la  conferenza dei servizi preliminare ed è arrivato il primo via libera. Quindi la notizia è certamente positiva». Queste le parole del dg bianconero. Ora, come ha confermato il sindaco Furio Honsell, si punta a portare il progetto in Consiglio comunale entro la fine dell’anno per poi ottenere un altro disco verde dalla conferenza dei servizi.

Lo stadio Friuli diventerà quindi una vera e propria cittadella dello sport, fruibile non soltanto il sabato o la domenica per le partite dell’Udinese, ma tutta la settimana. Sorgerà una struttura per l’assistenza medica insieme a spazi dedicati al fitness, una piscina, saune e un’area gioco per le famiglie (quasi 2 mila metri quadrati). Via libera anche all’insediamento di bar e ristoranti. Non sarà quindi un ulteriore centro commerciale, ma una zona che si sviluppa su una superficie di 17 mila metri quadrati dove poter svolgere attività fisica e rilassarsi anche prima (o dopo) le partite di calcio. Qualche negozio ci sarà, ma solo legato alla pratica sportiva. Previsto anche un’arena per ospitare spettacoli di vario genere e un museo sull’Udinese e sullo sport friulano in genere, allestito in collaborazione con il Coni Fvg.

L’investimento per animare la ‘pancia’ del Friuli sarà pari a 17 milioni di euro, con i lavori che dovrebbero durare un paio di anni.