Cronaca | Nella legge di stabilità

M5S: «Odiose le poste puntuali per curie e parrocchie»

Il consigliere Frattolin sottolinea come ogni anno, puntualmente, spuntino 'messe in sicurezza urgenti di chiese e campanili a rischio di crollo'

M5S: «Odiose le poste puntuali per curie e parrocchie» (© Adobe Stock)

FVG - «Anche quest'anno il Consiglio regionale ha elargito alle curie e alle parrocchie i consueti regalini di Natale». Così la pentastellata regionale Eleonora Frattolin (M5S), che aggiunge: «In Friuli Venezia Giulia è già in vigore una legge che finanzia ogni anno la ristrutturazione di chiese, parrocchie e loro pertinenze con svariati milioni di euro. Una legge a nostro avviso vergognosa, che garantisce la copertura del 100% dell'importo dei lavori da eseguire. Sono lavori che vengono decisi e gestiti direttamente dalle Curie della regione».

«Come se tutto questo non bastasse, puntualmente a ogni legge di stabilità spuntano come funghi emendamenti bipartisan per contributi straordinari per lavori che i vari politici definiscono sempre urgentissimi, finalizzati a mettere in sicurezza chiese e campanili a rischio di crollo». Prosegue la consigliera di opposizione: «I casi sono due: o le Curie non sono in grado di valutare l'urgenza dei progetti da finanziare (come abbiamo più volte evidenziato) o semplicemente il clero sa benissimo di poter contare sui regalini di Natale che, per realizzare i lavori urgenti, arrivano all'ultimo minuto. Il sospetto, sempre più fondato, è che attraverso il canale contributivo ordinario le curie finanzino, pertanto, le loro parrocchie e non i lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza delle strutture religiose».

Il MoVimento 5 Stelle ribadisce l'assoluta contrarietà a questa «pratica odiosa», come quella più generale delle poste puntuali.