24 settembre 2018
Aggiornato 12:30

Il Tavagnacco non si ferma più: battuto anche il Chievo Verona

Le friulane vincono 1 a 0 in trasferta grazie alla rete di capitan Brumana e salgono a 22 punti in classifica. Ora pausa natalizia
Il Tavagnacco non si ferma più: battuto anche il Chievo Verona
Il Tavagnacco non si ferma più: battuto anche il Chievo Verona (Upc Tavagnacco)

VERONA – Servivano i 3 punti per non perdere contatto con la coppia di testa e il Tavagnacco, battendo per 1 a 0 il Chievo a Verona, c’è riuscito. Una partita dai due volti, con un primo tempo dominato, con diverse occasioni da rete sprecate anche dopo il gol messo a segno da Brumana, e una ripresa di sofferenza. Le friulane salgono così a 22 punti in classifica e ora, dopo la pausa natalizia, torneranno in campo il 13 gennaio contro il Bari in trasferta.

La cronaca del primo tempo
Parte meglio il Tavagnacco, che si affida agli scambi tra Brumana e Clelland per scardinare la difesa del Chievo. Al 7’ lancio al bacio di Catena per Brumana che tenta il pallonetto: la palla supera il portiere ma viene spazzata quasi sulla linea di porta da un difensore. All’11’ è Clelland a rendersi pericolosa, involandosi sulla sinistra e facendo partire una conclusione che Gritti respinge. Un minuto dopo, al 12’, Catena recupera un pallone all’incrocio tra la linea dell’area piccola e la linea di fondo, crossa in mezzo e Brumana non deve far altro che deviare in rete. E’ il vantaggio del Tavagnacco. Al 14’ ancora la scozzese mette scompiglio nella difesa del Chievo, ma le padrone di casa riescono a salvarsi. Al 20’ Clelland imbeccata al limite dell’area da Camporese: la scozzese punta Gritti, la salta e fa partire un tiro che rallenta proprio sulla linea di porta, dando la possibilità alla difesa di liberare. Al 21’ punizione di Brumana, che centra la porta ma senza impensierire il portiere del Chievo. Al 26’ primo pericolo per il Tavagnacco, con Mason che prova a deviare il pallone verso Ferroli ma l’azione sfuma. Al 27’ occasione per Fuselli che impegna il portiere gialloblu con una presa a terra. Al 35’ ancora Clelland vicina al gol, con la scozzese che ruba il tempo a Carradore, tira e sfiora il palo.

Nella ripresa tanta sofferenza
Il secondo tempo si apre con un tentativo di Mascarello dalla distanza, al 1’, ma Gritti blocca. Il Chievo si getta in avanti alla ricerca del pareggio, ma il Tavagnacco risponde affidandosi al contropiede di Clelland e Catena. Le padrone di casa le tentano tutte per avvicinarsi alla porta delle friulane, ma Martinelli e compagne fanno buona guardia e vanificano ogni azione da gol. Al 21’ il Tavagnacco si ripropone in avanti con Brumana, ma la sua conclusione è centrale. Al 25’ è Catena a proporsi in avanti, ma Gritti è attenta. Ormai saltano gli schemi, complice anche la stanchezza delle due squadre, e i capovolgimenti di fronte sono continui. Al 36’ grande occasione per Mascanzoni che di testa, a due passi dalla porta, non riesce a deviare. Al 40’ espulsione per Gritti che atterra al limite dell’area Polli, appena entrata. A difendere la porta del Chievo, dopo aver esaurito le sostituzioni, è Faccioli. Ci prova ancora Brumana, ma il portiere ‘improvvisato’ del Chievo respinge. Il ‘fortino’ del Tavagnacco resiste e le gialloblu, dopo 3 minuti di recupero, tornano in Friuli con tre importantissimi punti.

CHIEVO FIMAUTO VALPOLICELLA – UPC TAVAGNACCO 0-1
CHIEVO FIMAUTO VALPOLICELLA: Gritti, Riboldi (Daiana Mascanzoni), Carradore, Bissoli (Zamarro), Debora Mascanzoni, Solow, Tombola (Faccioli), Sardu, Boni, Fuselli, Mason. All. Zuccher
UPC TAVAGNACCO: Ferroli, Martinelli, Frizza, Mella, Brumana, Tuttino, Clelland (Polli), Erzen, Catena, Mascarello (Cecotti), Camporese. All. Cassia
ARBITRO: Cirio di Savona
MARCATORI:  12’ pt Brumana
NOTE:  ammonite Mascarello, Sardu, Camporese, Tuttino. Espulsa Gritti