22 settembre 2019
Aggiornato 08:30
Il caso

Blocco del park di Primo Maggio: Ssm chiarisce la vicenda

Il problema è stato risolto in 25 minuti, ma il tecnico è intervenuto dopo più di un'ora dalla prima chiamato di intervento. Pronto un bonus di sosta
Blocco del park di Primo Maggio: Ssm chiarisce la vicenda
Blocco del park di Primo Maggio: Ssm chiarisce la vicenda Diario di Udine

UDINE – Ssm, la società che gestisce la sosta a pagamento nella città di Udine, chiarisce quanto accaduto lunedì sera nel parcheggio di piazza Primo Maggio. Una vicenda che è stata portata alla luce dal consigliere di opposizione Vincenzo Tanzi.

«Il problema – si legge in una nota di Ssm – ha riguardato un guasto improvviso al gruppo di continuità Ups a protezione della linea elettrica delle automazioni e dei portoni del parcheggio per il quale è tuttora in corso una verifica tecnica. La ditta Italpol incaricata dalla Ssm per la vigilanza notturna è stata contattata alle 21.40 ed è giunta sul posto per verificare l’anomalia riscontrata intorno alle 22.16. L’Italpol ha immediatamente contattato il responsabile operativo e il tecnico di Ssm che è giunto sul posto alle 22.45, ha verificato la natura del guasto e in circa 25 minuti – aggiunge la nota - ha fatto progressivamente uscire dall’ingresso (dovendo smontare le barriere per mancanza di corrente elettrica ai portoni ed alle colonne) le circa 20 auto presenti all’interno della struttura come risulta dalle riprese video delle telecamere di sorveglianza; alle 23.13 tutte le auto risultavano uscite». Quindi dalla prima chiamata di intervento all’arrivo di un tecnico Ssm è trascorsa più di un’ora.

«Una volta defluite le auto – continua la nota – il tecnico Ssm ha provveduto alla riparazione del guasto e al riavvio dei sistemi informatici dei sistemi di controllo accessi. Quindi alle 23.50 circa il malfunzionamento è stato definitivamente risolto. Si precisa che comunque tutti gli accessi pedonali e le uscite di sicurezza garantivano il regolare deflusso delle persone che si sono dimostrate pazientemente collaborative attendendo in auto la risoluzione del problema. A fronte dell’improvviso guasto del gruppo di continuità, Ssm valuterà la possibilità di un potenziamento del medesimo». Detto questo Ssm, scusandosi per il disagio, invita gli automobilisti presenti nel parcheggio al momento del guasto a contattare gli uffici della società per ottenere un bonus di sosta.