12 novembre 2019
Aggiornato 04:00
Il caso

La polemica natalizia: striscione di Forza Nuova contro il Gesù Bambino 'migrante'

I militanti udinesi capitanati dal nuovo segretario Menegaldo, hanno appeso uno striscione nella notte con la scritta ‘La tradizione non è in discussione'
La polemica natalizia: striscione di Forza Nuova contro il Gesù Bambino 'migrante'
La polemica natalizia: striscione di Forza Nuova contro il Gesù Bambino 'migrante'

UDINE - Dopo l'iniziativa del parroco della parrocchia di San Quirino in via Gemona, don Como, di far nascere Gesù Bambino la notte di Natale su una zattera come simbolo degli sbarchi sulle coste italiane, i militanti udinesi di Forza Nuova, capitanati dal nuovo segretario cittadino Matteo Menegaldo, hanno appeso uno striscione nella notte con la scritta ‘La tradizione non è in discussione’.

Dopo l'attacco del segretario provinciale Federico Corso, ora è Menegaldo a partire in quarta: «Questa notizia ha dell'assurdo, una Chiesa progressista, dimentica dei nostri connazionali, che supporta tesi immigrazioniste stravolgendo una delle figure più sacre della vera Chiesa tradizionale».

«Se Don Como vuole sensibilizzare sui problemi degli udinesi e degli italiani - conclude Menegaldo - aggiunga al presepe un esattore delle tasse o una guardia qualunque impegnata in uno sfratto, ma non usi la figura di Nostro Signore».