20 novembre 2018
Aggiornato 18:00

Nel weekend doppio appuntamento con la danza con "Night Garden" di Anthony Heinl

Sabato a Pontebba e domenica a San Vito al Tagliamento danzatori e acrobati dell'Evolution Dance Theater si esibiranno tra luci e suoni
Nel weekend doppio appuntamento con la danza con "Night Garden" di Anthony Heinl
Nel weekend doppio appuntamento con la danza con "Night Garden" di Anthony Heinl (Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia)

SAN VITO AL TAGLIAMENTO – Danza, arte, acrobazia, magia e illusione raccolte in un solo spettacolo. Questo è 'Night Garden' dell’Evolution Dance Theater di Anthony Heinl, danzatore e coreografo con un passato nei Momix di Moses Pendleton. Dopo le serate da tutto esaurito della scorsa stagione, 'Night Garden' sarà ospite nuovamente del circuito Ert, grazie alla collaborazione con Artisti Associati, sabato 13 gennaio alle 21 al Teatro Italia di Pontebba e domenica 14 gennaio alle 20.45 all’Auditorium Centro Civico di San Vito al Tagliamento. Sul palco, con Anthony Heinl, si esibiranno Nadessja Casavecchia, Bruno Batisti, Carlotta Stassi, Matteo Crisafulli, Antonella Abbate, Marta Labella e Giuseppe Liuzzo. Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it e chiamando il Comune di Pontebba (0428 90161) e l’Ufficio Iat di San Vito al Tagliamento (0434 80251).

Evolution Dance Theater
L’Evolution Dance Theater ha come materia creativa di elezione la Luce, come fonte generatrice di vita, capace di illuminare e ispirare, simbolo di pace e unione, icona di purezza e creatività. Fondata da Anthony Heinl, la compagnia ha sede a Roma e con i suoi spettacoli ha affascinato e ipnotizzato il pubblico di tutta Italia oltre ad essersi esibita con grande successo anche in Brasile, Colombia, Israele e Hong Kong.

'Night Garden'
'Night Garden' trasporta il pubblico in un regno magico, alla scoperta di cosa accade sotto la luce della luna quando il mondo si riposa e si avvia al sogno. Nella notte creature luminescenti si svegliano e giocano in una nuova dimensione incandescente, dove le ombre hanno colore, il paesaggio è dipinto di luce, e le leggi della natura si trasformano in un’affascinante illusione. Vi è un momento onirico, tra il giorno e la notte, che trasforma il paesaggio e le sensazioni. Questo cambiamento di luce risveglia i nostri istinti più primitivi. Vortici di vento fluorescente avvolgono lo spettatore in un abbraccio fluttuante, lampi di luce percorrono il palco, la luce cambia e si apre una finestra per guardare di nascosto e scoprire cosa si cela dietro al velo segreto del giardino notturno, dove nulla è come sembra.