Cronaca | Gli imprenditori non hanno obbligo di risposta

Al via le interviste telefoniche per la XXIV indagine congiunturale di Confartigianato-Imprese Udine

La realizzazione delle interviste è affidata all’Irtef, Istituto per la ricerca sulle tecniche educative e formative

Al via le interviste telefoniche per la XXIV indagine congiunturale di Confartigianato-Imprese Udine
Al via le interviste telefoniche per la XXIV indagine congiunturale di Confartigianato-Imprese Udine (Shutterstock.com)

UDINE - Come sono andati parametri aziendali nel secondo semestre 2017. Quali le previsioni per la prima metà del 2018. E ancora, qual è la percezione degli artigiani sulla fine della crisi. Sono alcuni dei quesiti che saranno posti a 600 imprenditori nell’ambito della XXIV indagine congiunturale voluta da Confartigianato-Imprese Udine per scattare un’istantanea sul semestre appena concluso. A 'premere il dito sul click' sarà il 4% della popolazione di circa 14mila imprese artigiane localizzate in provincia di Udine.

Contatti 'casuali'
Come sempre, l’indagine - realizzata ogni 6 mesi dal 2006 – sarà coordinata dall’Ufficio Studi di Confartigianato provinciale. La realizzazione delle interviste è invece affidata all’Irtef, Istituto per la ricerca sulle tecniche educative e formative di Udine. Le imprese contattate sono estratte in modo casuale dall’Albo artigiani provinciale, l’indagine viene svolta nel rispetto della normativa sulla privacy e i dati sono trattati in forma anonima. Gli imprenditori non hanno obbligo di risposta e possono decidere liberamente se partecipare all’intervista che dura pochi minuti.

Tutte le informazioni sono disponibili anche su www.confartigianatoudine.com.