20 ottobre 2018
Aggiornato 11:30

Stagione dello sci, inizio con il botto: +119% di primi ingressi

Numeri confortanti in tutti i poli regionali e anche gli alberghi pare abbiano lavorato alla grande. La soddisfazione di Bolzonello
Stagione dello sci, inizio con il botto: +119% di primi ingressi
Stagione dello sci, inizio con il botto: +119% di primi ingressi (Diario di Udine)

FVG – Sono confortanti i primi numeri che arrivano dai poli sciistici del Friuli Venezia Giulia. Complice soprattutto una presenza abbondante di neve, condizione che nelle scorse stagione non  si era verificata, i primi ingressi e i passaggi di sciatori nelle località sciistiche gestite da PromoturismoFvg, in questo primo mese di apertura, sono da record. Complessivamente i primi ingressi hanno registrato un balzo all’insù del 119% (186 mila di questa stagione contro gli 80 mila della scorsa), e anche i passaggi hanno ottenuto un incremento sostanziale (+107%, da 964 mila a 2 milioni).

«Tutti i poli sono in crescita – commenta Sergio Bolzonello, vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia - con record a Piancavallo e Zoncolan. Sicuramente la tanta neve caduta in questo periodo ci ha aiutato, ma è anche vero che non basta quello per riportare i turisti in Friuli Venezia Giulia, servono attrattività che siamo stati bravi a creare insieme a PromoTurismo Fvg. Per quanto riguarda gli alberghi le prime indicazioni che abbiamo sono sicuramente buone, ma è bene aspettare la chiusura della stagione visto che manca ancora un periodo importante come ad esempio le gite scolastiche», chiude il vicepresidente.

Analizzando i dati polo per polo, Piancavallo fa registrare un +242% di primi ingressi (da 12 mila a 42 mila) e un +224% di passaggi (da 167 mila a 544 mila), Forni di Sopra un +57% di primi ingressi (da 8 a 13 mila) e un +36% di passaggi (da 128 a 175 mila), Zoncolan un +164% (da 22 a 58 mila) e un +173% (da 219 a 600 mila), Tarvisio un +60% (da 34 a 54 mila) e un +41% (da 414 a 587 mila), Sella Nevea un +125% (da 3 mila a 8.500) e un +186% (da 33 a 96 mila).