13 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

Polinote inizia l’anno con un corso di effettistica per chitarristi con Alberto Milani

Un'iniziativa complementare alla consueta offerta didattica della scuola in esclusiva nel territorio pordenonese
Polinote inizia l’anno con un corso di effettistica per chitarristi con Alberto Milani
Polinote inizia l’anno con un corso di effettistica per chitarristi con Alberto Milani (Alberto Milani)

PORDENONE - Polinote apre il nuovo anno con la prima di una serie di proposte formative musicali, complementari alla consueta offerta didattica della scuola: un corso di effettistica per chitarristi con Alberto Milani in esclusiva nel territorio pordenonese. I quattro incontri da due ore ciascuno sono in programma il 23, 30 gennaio e il 20, 27 febbraio alle 20, nella sede Cem- Polinote di Pordenone in Vicolo Chiuso 4, Pordenone (si accede da Corso Vittorio Emanuele II).

Corso di chitarra effettata
Il corso prevede una panoramica sul vasto mondo dell’effettistica e dei suoni della chitarra elettrica, dalla storia storia e classificazione dei vari effetti, ai riferimenti ad artisti, canzoni, album nei quali riconoscere l’uso di determinati effetti, agli esempi pratici di utilizzo dell’effettistica in contesti di arrangiamento-band e nei diversi generi musicali (pop, rock, musica sperimentale, ecc.), al routing, ovvero l’ordine corretto degli effetti in catena. Durante gli incontri verranno fornite non solo le basi per capire in che modo un effetto intervenga su un suono d’origine, i contesti discografico-musicali in cui ascoltarli, ma verrà affrontata un’ampia parte pratica, con riferimenti di carattere stilistico nell’utilizzo di un singolo effetto e le diverse possibili combinazioni e regolazioni a seconda del tipo di risultato cercato.

Informazioni e prenotazioni
Si tratta dunque di un corso utile sia per chi è nuovo nel mondo della chitarra effettata, sia per chi ha esperienza, rivolto a tutti i chitarristi, dagli amatori ai professionisti, che desiderano approfondire il mondo degli effetti e seguire un percorso guidati da un chitarrista che ha fatto del suono e di un particolare uso degli effetti, i punti di forza della sua musica e del suo modo di approcciarsi allo strumento. Per informazioni e prenotazioni: segreteria Polinote tel. 0434 520754 - 347 7814863 dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19; info@polinote.it.

Il docente Alberto Milani
Alberto Milani è chitarrista, compositore e side player. Diplomato con lode e menzione speciale alla Lizard di Fiesole nel 2007, esordisce col suo primo lavoro solista 'In|fusion' nel 2008, recensito dalle principali riviste specializzate, anno in cui riceve anche il premio 'Miglior chitarrista italiano emergente' alla convention dell’ Atkings Dadi Guitar Players Association; suona in diversi festival tra cui Pistoia Blues e il Festival internazionale De la guitare a Issoudun in Francia e si esibisce in trio in numerosi club in Italia. Nel 2011 pubblica 'Stories by the bridge' che vede la partecipazione di Scott Henderson, uno dei maggiori esponenti a livello mondiale del jazz-rock e della chitarra, recensito dalle più importanti riviste internazionali. ​Nel 2012 inizia a lavorare in trio con Andrea Lombardini al basso e Phil Mer alla batteria, scostandosi dal linguaggio fusion, andando verso una forma molto personale, fatta di tendenze rock e jazz contemporaneo che lasciano spazio a momenti di intensa psichedelia. ​Nel 2013 realizza un Ep di quattro pezzi con i Loud Chemistry, band grunge-alt rock. ​Nel 2014 registra il primo disco dei The fool fall Far, trio di jazz rock sperimentale con influenze indie e post rock d’avanguardia. Tra le sue collaborazioni: Red Canzian, Jennifer Phillips (X factor UK), Remo Anzovino, Gonzalo, Lorenzo Fragola, Chiara Canzian, per citarne alcuni. Nel 2015 esce con un progetto di guitar solo d’avanguardia con brani originali scritti per chitarra sola e loop station, dando centralità al potere evocativo del suono, sposando un sincretismo musicale vicino al jazz contemporaneo, alla musica da colonna sonora, al trip hop, al post rock, e mettendo in primo piano l’emozionalità. Intenso è anche l'impegno di Milani nel campo della didattica.