20 novembre 2018
Aggiornato 19:30

Fine settimana a tutta musica in piazza Risorgimento

Palcoscenico per il talento con le performance di Aurora Rays e Archimossi
Fine settimana a tutta musica in piazza Risorgimento
Fine settimana a tutta musica in piazza Risorgimento (Archimossi)

PORDENONE - E’ in arrivo un fine settimana all'insegna della musica in piazza Risorgimento. Sabato dalle 18 alle 21 la piazza farà da palcoscenico per il talento di Aurora Rays, giovane cantante, musicista e compositrice di Sesto al Reghena, accompagnata da Paolo Jus al basso per il concerto Musica Nell'Anima: un viaggio nell'anima della musica e dell'improvvisazione, che incontrerà le sonorità tipiche del soul, R&B e del rock melodico. La performance prevede l'esecuzione di brani originali scritti da Aurora e arrangiamenti.

Aurora Rays
Studia canto jazz e pianoforte al conservatorio 'Tomadini' di Udine e dopo aver pubblicato i due singoli 'Julia' e 'Aye' (registrati, prodotti, scritti e suonati dall'artista), sta lavorando al suo primo album solista assieme ai musicisti Paolo (basso) e Pietro Jus (batteria).
Nel 2017 ha pubblicato assieme alla cantante Eliza G e al Dj Saintpaul, la versione acustica di Human, singolo del cantante britanico Rag'n'Bone Man. L'artista propone un repertorio inedito e non, totalmente arrangiato in una chiave R&B-soul-pop, giocando molto sull'improvvisazione. Tra gli artisti da cui trae ispirazione figurano John Lennon, Janis Joplin, The Beatles, Whitney Houston, The Doors, Chet Baker, Aretha Franklin, The Panicles, Nina Simone, Blood On Asphalt, Bob Marley, James Brown, Josephine Baker, Eric Clapton, Stupid Freedom, Nicola Piovani.

Domenica con Archimossi
Domenica la piazza sarà invece tutta per Archimossi, la prima orchestra itinerante di archi amplificati, che farà tre interventi: di 35 muniti: alle 12, alle 16 e alle 18 viole e violini – strumenti amplificati singolarmente – creano un volume di suono come fosse una marchin’ band, ma con una grazia e un’ironia tutte particolari e un repertorio musicale originalissimo che spazia dalla tradizione irlandese ('Drowsy Maggie', 'The Bridal', 'The Irish washerwoman'), a quella slava ('Kolomeika', danza bulgara, danza serba) comprese le virtuosistiche Danze Ungheresi di Brahms, va indietro nel tempo per proporre Suite di Danze Rinascimentali, il Minuetto di Boccherini, per poi calarsi nella musica contemporanea di Ennio Morricone e Mullen-Clayton, (temi dai film 'Allonsanfan', 'Mission Impossible') fino a 'Smooth criminal' di Michael Jackson. Come in una magica alchimia l’ensemble si deforma e muta continuamente, e per ogni quadro musicale ecco una particolare coreografia, passando dal caos all’ordine e dall’ordine al disordine, in un’interazione continua col pubblico. Il Gruppo d’archi da camera è creato e diretto da Elena Rocchini, insegnante di violino e viola. Nel luglio del 2010 ha esordito al festival internazionale delle arti di strada 'Mercantia' di Certaldo riscuotendo un grande consenso del pubblico.