20 ottobre 2018
Aggiornato 11:30

Senza Veideman e Pinton la Gsa Udine si arrende solo nel finale a Bologna

Sconfitta con onore per 76 a 67: i friulani sono rimasti per tre quarti di match a lungo in vantaggio, ritrovando un ottimo Nobile
Senza Veideman e Pinton la Gsa Udine si arrende solo nel finale a Bologna
Senza Veideman e Pinton la Gsa Udine si arrende solo nel finale a Bologna (Diario di Udine)

BOLOGNA - Una Gsa Udine priva di Veideman e Pinton perde con onore per 76 a 67 con la Consultivest Bologna. I friulani sono rimasti per tre quarti di match a lungo in vantaggio, ritrovando un ottimo Nobile, chiamato a fare gli straordinari vista l'assenza del playmaker estone e con Benevelli e Dykes chirurgici nei primi trenta minuti. Nell'ultima frazione di gioco Bologna, che ritrovava Fultz, ma aveva ancora assente Cinciarini, si è dimostrata più solida sotto canestro, caratteristica che dovrebbe appartenere all'Apu, e con i canestri di McCamey e Legion è riuscita, con non poca fatica a chiudere il match a proprio vantaggio.

Due le novità nel quintetto iniziale schierato da coach Lardo: in cabina di regia, fiducia al recuperato Nobile, mentre come ala grande torna, anche se per poche azioni, il capitano Michele Ferrari. Dopo un paio di minuti da polvere bagnate su entrambi i fronti, i primi botti sono di Legion per Bologna e di Dykes per Udine, anche se è soprattutto il centro bolognese Chillo a creare qualche grattacapo sotto canestro agli ospiti. A metà tempo, la Gsa piazza il parziale di 7 a 0 con cinque punti di Mortellaro ed una schiacciata di Pellegrino che la spinge sul +5 (10-15). Bologna recupera presto con  un triple di Fultz, con Rosselli ed un libero di Mancinelli, ma nel finale La Torre è bravo prima a segnare due tiri liberi e poi a rubare l'ultima palla in mano bolognese. Si va alla prima pausa sul +1 per Udine (18-19)

Anche la seconda frazione di gioco vede le due squadre confrontarsi in modo ravvicinato nel punteggio, anche se si segna pochissimo (parziale di 11 a 12). Per i padroni di casa, è sempre Fultz, accompagnato da Legion che si accende a momenti, ad essere il più pericoloso  (11 punti per lui nei primi 20'), ma dall'altra parte c'è un Dykes a tratti mostruoso che segna da ogni posizione. Lardo lascia l'americano per poco più di un minuto in panchina, ma al suo rientro, dopo un canestro di Legion, Udine prima segna una tripla, al secondo tentativo, con Raspino e poi, allo scadere, infila un altro canestro da tre punti con lo stesso Dykes, beccatissimo dal poco sportivo pubblico di casa per la sua esultanza (29-31).

Nel terzo quarto cominciano ad arrivare i canestri. Dopo un iniziale equilibrio, la Gsa, con gli splendidi Benevelli (quasi infallibile dalla linea da tre punti) e con un Nobile che, responsabilizzato a dovere, dimostra che in questa A2 può giocare un ruolo importante, arriva al massimo vantaggio di +11 (35-46). C'è da lustrarsi gli occhi, anche perché Udine tiene botta nonostante le sfuriate dei padroni di casa. Tra i giocatori di casa si erge allora protagonista chi non ti aspetti, ovvero Italiano e Rosselli (quest'ultimo anche duro in marcatura su Dykes) che ricuciono il distacco fino al -1 dell'ultima pausa.

L'ultimo quarto vede l'avvio travolgente della Consultinvest che torna in vantaggio dopo una bomba di Legion ed allunga fino a +9 (62-53) davanti ad una Gsa che non trova più il bandolo della matassa. Per fortuna è ancora Nobile a trovare la via del canestro e a tenere in gara Udine. Intanto Dykes, fischiatissimo dal pubblico bolognese, se la vede brutta con un difensore arcigno come Rosselli, con il quale volano anche parole poco cordiali, ed esce progressivamente dal match. Quattro punti di Nobile fanno ancora sperare la Gsa che torna a -3 (64-61) , ma Bologna torna a macinare ed il (dubbio) quinto fallo fischiato in attacco a Dykes fa praticamente scendere con leggero anticipo il sipario sul match. C'è tempo di vedere esultare come un matto Boniciolli che manco saluta, come avviene sempre di prassi, l'allenatore e lo staff della squadra avversaria. Peccato davvero, perché Udine è andata molto vicina al colpaccio pur con tutte le difficoltà del caso.

Consultinvest Bologna - G.S.A. Udine 76-67 (18-19, 29-31, 52-53)
Consultinvest Bologna : Alex Legion 19 (6/10, 2/4), Demetri Mccamey 13 (2/2, 1/3), Robert Fultz 11 (1/2, 3/5), Nazzareno Italiano 10 (2/6, 2/3), Guido Rosselli 8 (4/4, 0/2), Matteo Chillo 7 (2/4, 0/0), Giovanni Pini 4 (2/6, 0/0), Luca Gandini 3 (1/1, 0/2), Stefano Mancinelli 1 (0/3, 0/1), Alessandro Amici 0 (0/1, 0/1), Marco Montanari n.e., Pietro Boniciolli n.e.. All. Boniciolli.
G.S.A. Udine: Vittorio Nobile 22 (3/4, 4/6), Kyndall Dykes 17 (5/14, 1/3), Andrea Benevelli 16 (2/3, 4/7), Tommaso Raspino 5 (1/4, 1/3), Francesco Pellegrino 5 (2/7, 0/0), Andrea La torre 2 (0/1, 0/3), Michele Ferrari0 (0/1, 0/0), Chris Mortellaro 0 (0/4, 0/0), Ousmane Diop 0 (0/0, 0/1), Mauro Pinton 0 n.e., Raphael Chiti n.e.. All. Lardo.