Dalla giunta regionale

Lavoro: approvato l'avviso pubblico per i tirocini all'estero

Le risorse stanziate per lo svolgimento di tirocini nei Paesi dell'Ue, dello Spazio economico europeo e in Svizzera, ammontano a 400 mila euro

Lavoro: approvato l'avviso pubblico per i tirocini all'estero (© Adobe Stock)

FVG - La giunta regionale ha approvato l'avviso pubblico sulle misure delle indennità dei tirocini extracurricolari in mobilità geografica attraverso la rete europea di servizi per l'impiego Eures (EURopean Employment Services). Le risorse stanziate per lo svolgimento di tirocini nei Paesi dell'Ue, dello Spazio economico europeo e in Svizzera, ammontano a 400 mila euro.

La domanda può essere presentata dal 25 gennaio
La durata di questi interventi di politica attiva del lavoro che sono rivolti ai disoccupati che abbiano compiuto 18 anni, è compresa tra i 3 e i 6 mesi, per un minimo di 30 e un massimo di 40 ore settimanali. La domanda, corredata dalla convenzione di tirocinio e dal programma individuale di tirocinio, va presentata tramite posta elettronica certificata o e-mail dal prossimo 25 gennaio al 16 novembre 2018 utilizzando il modulo disponibile sul sito internet www.regione.fvg.it nella sezione dedicata al Lavoro, in cui sono indicati anche gli estremi per l'invio. L'indennità di mobilità a favore del beneficiario è riportata nella tabella standard dell'avviso pubblico e può essere integrata con altre fonti finanziarie provenienti da fondi europei destinati all'attuazione di progetti e programmi della rete Eures a sostegno di ulteriori opportunità legate al percorso all'estero quali, ad esempio, l'approfondimento della lingua.

Nel 2017 attivati 80 percorsi
Attraverso le risorse stanziate nel 2017, pari a 400 mila euro, sono stati attivati 80 percorsi con una media di 13 attivazioni al mese. Il numero di candidati qualificati che richiedono di poter accedere allo strumento è in costante aumento, così come il numero di aziende ospitanti che si rivolgono al servizio Eures Fvg per la presa in carico delle proprie richieste di personale.