30 marzo 2020
Aggiornato 00:00
Lunedì 22 gennaio, alle 20.45

‘Trump Blues’: Federico Rampini porta in scena il più controverso presidente Usa

Bob Dylan, i Rolling Stones, Simon & Garfunkel interpretati dal vivo sul palco saranno la colonna sonora di un viaggio nel cuore duro e fragile degli Stati Uniti, fra contraddizioni forse solo apparenti e nuovi populismi
‘Trump Blues’: Federico Rampini porta in scena il più controverso presidente Usa
‘Trump Blues’: Federico Rampini porta in scena il più controverso presidente Usa

UDINE - Come ‘The Donald’ nessuno mai. Federico Rampini, una delle più autorevoli firme di «Repubblica», sarà al Teatro Nuovo Giovanni da Udine lunedì 22 gennaio alle 20.45 per raccontarci, accompaganto da tanta musica dal vivo, il più controverso presidente degli Stati Uniti. Trump Blues - L’età del caos, frutto di un lavoro a quattro mani con il figlio Jacopo che lo affianca in scena, è uno spettacolo di vero giornalismo teatrale dove la politica incrocia la storia e dove gli slogan si mescolano a canzoni cult. Quelle di Bob Dylan, dei Rolling Stones, di Simon & Garfunkel: le stesse usate dal presidente americano per aprire i suoi comizi (spesso si parlò di vero saccheggio, con diritti d’autore non pagati), nei quali proprio quella musica ha un ruolo fondamentale.

Lo spettacolo
Bancarottiere seriale, molestatore di Miss Universo, inventore di un reality-tv di successo e infine autore della più improbabile ascesa alla Casa Bianca, Trump è il presidente dei record capace di far impallidire il ricordo collettivo di Obama, Reagan, Kennedy. L’establishment lo ha sbeffeggiato fino all´ultimo ma l’America lo ha votato, dopo aver eletto per ben due volte un presidente che da Trump è lontano anni luce. È un´altra nazione? Irriconoscibile, deformata, impazzita? Oppure più semplicemente è un Paese che non conosciamo affatto? E ancora: Cosa c'è di ‘rivoluzionario’ nel linguaggio di Trump, e perché ha saputo dire anche delle verità scomode sull'immigrazione, la globalizzazione? Trump Blues è molto di più di una semplice cronaca: è un viaggio nel cuore duro e fragile degli Stati Uniti, una finestra spalancata sul mondo e sui nuovi populismi, sulle loro cause e conseguenze ma soprattutto un instant show in costante aggiornamento. E il perché è sotto gli occhi di tutti. In scena, accanto a Federico e Jacopo Rampini, i musicisti Valentino Corvino (violino, elettronica, chitarra) e Roberta Giallo (voce). Luci, Video e Regiadi Angelo Generali. Prima dello spettacolo, lunedì 22 gennaio alle 17.30, Federico Rampini presenterà al pubblico il suo ultimo libro Le Linee Rosse edito da Mondadori. Introduce Omar Monestier, direttore del ‘Messaggero Veneto’. L’incontro è a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Info
Biglietteria del Teatro aperta dalle 16 alle 19 (chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi). L’acquisto dei biglietti è possibile anche al temporary ticket store del teatro attivato presso la Libreria Feltrinelli di via Canciani a Udine (tutti i mercoledì, orario 10-13 e 13.30-18), online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it e nei punti vivaticket. Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it. Previste speciali riduzioni per i possessori della G-Teatrocard.