31 ottobre 2020
Aggiornato 14:00
venerdì 16 febbraio alle 18

‘Praga 1968’ inaugura all’Antico Foledor Boschetti - Della Torre di Manzano

In seguito la mostra ‘partirà’ per la Repubblica Ceca (dove sarà allestita alla Cappella Barocca dell’Istituto a Praga e poi al Museo Nazionale di Fotografia di Jindřichův Hradec) per poi proseguire il suo viaggio in altre città

MANZANO - In occasione del cinquantesimo anniversario della ‘Primavera di Praga’ - attraverso la collaborazione tra l’Ambasciata d’Italia e l’Istituto Italiano di Cultura a Praga, il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia e il Craf di Spilimbergo - verrà presentata la mostra ‘Praga 1968’ in una prima tappa all’Antico Foledor Boschetti - Della Torre di Manzano, dal 16 febbraio al 25 marzo. La mostra sarà aperta il giovedì dalle 16 alle 18.30, venerdì, sabato, domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30 e l’ingresso è libero. In seguito la mostra ‘partirà’ per la Repubblica Ceca (dove sarà allestita alla Cappella Barocca dell’Istituto a Praga e poi al Museo Nazionale di Fotografia di Jindřichův Hradec) per poi proseguire il suo viaggio in altre città.

Catalogo e inaugurazione
All'inaugurazione, in programma venerdì 16 febbraio alle 18, interverrà anche Michele Smargiassi de La Repubblica. Nell’occasione verrà anche presentato il catalogo edito per l’occasione in italiano e ceco con la prefazione del Presidente del Consiglio regionale Franco Iacop, dell’Ambasciatore d’Italia a Praga, Aldo Amati, dell’Addetto Culturale Giovanni Sciola, e del Vice Presidente del Craf Federico Pirone e inoltre i testi di Michael ´antovský e del curatore Walter Liva. L’esposizione ‘Praga 1968’ presenta gli avvenimenti di quell’anno in oltre 100 fotografie realizzate dal fotografo ceco Pavel Sticha, dallo svedese Sune Jonsson e dagli italiani Carlo Leidi e Alfonso Modonesi (questi ultimi documentarono l’autunno del 1968) i cui lavori sono conservati negli archivi del Craf.