19 settembre 2020
Aggiornato 10:30
Serie A femminile

Il Tavagnacco cade a Bergamo con l'Atalanta Mozzanica

Le friulane battute 4 a 2 dalle bergamasche al termine di una partita vibrante e combattuta

BERGAMO – L’Atalanta Mozzanica supera il Tavagnacco 4 a 2 al termine di una partita divertente, che le friulane non sono riuscite a ‘controllare’ dopo aver ribaltato lo svantaggio iniziale con le reti di Camporese e Frizza. Il Tavagnacco resta al terzo posto con 25 punti, ma la Fiorentina si fa sempre più sotto, distante solo 3 lunghezze.

Il Tavagnacco parte schierando Erzen tra le 11 titolari, con Catena in posizione avanzata in coppia con Brumana, mentre Clelland si accomoda in panchina. Prima fase di studio, con le due squadre che si affrontano a centrocampo. All’8’ tiro cross di Alborghetti che viene bloccato da Ferroli. All’11’ ci prova Piacezzi su punizione da fuori area, ma anche in questo caso il pallone non centra lo specchio della porta. Il Tavagnacco fatica a portarsi dalle parti di Thalmann, con l’Atalanta che invece arriva con più facilità nella metà campo avversaria. Al 15’ l’arbitro giudica volontario un tocco di braccio in area di Filippozzi e assegna il calcio di rigore. Della battuta si incarica Alborghetti che non sbaglia. La reazione del Tavagnacco è affidata a Mascarello, che al 24’ si avventa di testa su un cross dalla sinistra di Camporese e scheggia la traversa. Si fa male Mella, costretta a lasciare il campo per una botta alla caviglia. Al suo posto in campo Cecotti. Mister Rossi fa entrare anche Clelland al posto di Erzen per tentare di cambiare il volto della partita. Al 40’ però, è ancora l’Atalanta a portarsi in avanti con Alborghetti. Un minuto dopo Catena pesca Camporese, che è brava a incunearsi in area e a battere Thalmann. E’ la rete che regala il pareggio al Tavagnacco. Le friulane prendono coraggio e al 42’ è Tuttino a costringere il portiere atalantino in corner.

La ripresa si apre con un tentativo di Mascarello dalla distanza, neutralizzato senza problemi da Thalmann. Al 5’ ci prova anche Brumana, ma la sua conclusione è da dimenticare. Il Tavagnacco preme, ma la difesa dell’Atalanta è attenta e si chiude con ordine. Al 14’ punizione ‘morbida’ di Brunama, con la palla che viene deviata da Camporese verso la porta avversaria. Al 19’ arriva il gol del Tavagnacco con Frizza, brava a spizzare di testa un cross teso di Brumana. Al 21’ occasione per Alborghetti che da due passi ‘spara’ alto. Il vantaggio delle friulane, però, dura poco, visto che al 22’ Pirone pareggia i conti, battendo Ferroli da distanza ravvicinata. Dopo una conclusione di Tuttino da fuori area, al 25’ Pellegrinelli raccoglie un cross dalla destra di una compagna di squadra e insacca. Al 26’ un colpo di testa di Camporese dà l’impressione del gol, con la palla che in realtà viene deviata in angolo. La partita si accende e al 27’ bel tiro di Mascarello, bloccato senza problemi da Thalmann. Mister Rossi tenta la carta Benedetti facendo uscire Filippozzi, passando alla difesa a tre. Al 31’ Thalmann esce di pugni allontanandosi dalla porta, Tuttino se n’è accorge e tenta il tiro dai 30 metri, ma l’estremo difensore atalantino è reattivo e para ancora. Il Tavagancco si getta in avanti senza però riuscire a trovare la via del gol. Le friulane si sbilanciano e ad approfittarne è Monterubbiano, che al 41’ supera Ferroli con una pennellata dal limite, chiudendo, di fatto, la partita.
Il Tavagnacco tornerà in campo domenica ospitando, al Comunale di via Tolmezzo, il Brescia.
 

ATALANTA MOZZANICA – UPC TAVAGNACCO 4 – 2
ATALANTA MOZZANICA: Thalmann, Motta, Ledri, Stracchi, Piacezzi, Rizzon, Pellegrinelli (Monterubbiano), Alborghetti, Rizza, Mendes (Re), Pirone. All. Garavaglia
UPC TAVAGNACCO: Ferroli, Martinelli, Frizza, Mella (Cecotti), Brumana, Tuttino, Erzen (Clelland), Catena, Mascarello, Filippozzi (Benedetti), Camporese. All. Rossi
ARBITRO: Marin di Portogruaro
MARCATORI:  16’ pt Alborghetti (R), 41’ pt Camporese, 19’ st Frizza, 22’ st Pirone, 25’ st Pellegrinelli, 41′ st Monterubbiano
NOTE: ammonite Pirone e Piacezzi